“Funivia pronta per fine luglio”: la falsa promessa di De Luca. Lavori ancora a rilento

2360

funivia“La Funivia per il Monte Faito sarà pronta per fine luglio” così si esprimevano un mese fa circa il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il Presidente Eav, Umberto De Gregorio. Analizzando però lo stato dei lavori delle due stazioni, a valle e in cima, si possono constatare gli enormi ritardi che stanno rallentando l’opera. Altro che fine luglio o inizio agosto: i lavori potrebbero terminare addirittura dopo la fine dell’estate.

In cima ci sono i maggiori problemi come testimoniato dalle immagini: un cantiere ancora in alto mare e che è lontano dalla riconsegna. L’impalcatura protegge ancora tutta la stazione e, inoltre, diverso materiale è stato abbandonato nell’area recintata. Nei pressi della stazione di Castellammare centro la situazione non migliora: gli operai lavorano ma la fine è ancora lontana.

E se la Funivia non dovesse riaprire?

E’ quello che ora si stanno chiedendo tutti: cosa succederà se la Funivia non dovesse riaprire per l’estate 2017? Sicuramente ci sarebbe un danno economico senza precedenti: le attività commerciali presenti sul Faito da tempo hanno manifestato la propria rabbia per le false promesse dell’Eav e del Presidente De Luca. Molti imprenditori hanno deciso di investire proprio grazie alle rassicurazioni dell’ex sindaco di Salerno. Quest’ultimo, inoltre, perderebbe anche molta credibilità politica. E’ opportuno, a riguardo, fare una precisazione: i lavori non sono gestiti dalla Regione ma dall’Eav. Nonostante ciò, il Governatore ha sempre promesso la riapertura della Funivia per la stagione estiva e ha organizzato un’inaugurazione senza precedenti lo scorso anno: per questo è il primo bersaglio delle critiche.

In ginocchio anche i gestori dei locali nei pressi dalla stazione in cima che speravano in un rilancio con l’apertura della famosa panarella. Probabilmente per le prossime due settimane almeno così non sarà. Gli stabiesi e tutti i turisti stanno aspettando ormai con ansia la Funivia che invece è abbandonata a se stessa. Uno dei simboli della città delle acque che ormai è avvolto nel mistero.

“Lavori alla Funivia? Assolutamente necessari”

Sia De Luca che De Gregorio, in più di un’occasione hanno esaltato l’importanza dei lavori che si stanno realizzando nelle due stazioni. “Sono opere necessarie perchè dopo 60 anni è importante garantire una manutenzione. E’ come se stessimo facendo di nuovo la funivia” spiegarono entrambi. Peccato, però, che tutto ciò doveva iniziare nel periodo invernale per evitare di bloccare la stagione estiva, unico periodo nel quale la funivia può funzionare. I danni per il turismo e per l’economia sono enormi e ormai l’estate si appresta a vivere l’ultimo mese. La funivia dopo tutto riaprirà a fine luglio ma… di quale anno?

Gennaro Esposito

Ferdinando Fontanella

Share