La fidanzata scopre il tradimento, lui la investe con l’auto: choc a Quisisana

5488

quisisana_castellammare (1)Ha seguito il suo fidanzato nei boschi di Quisisana. Vedendolo in compagnia di un’altra ragazza e scoprendo di fatto il tradimento, lo ha attaccato verbalmente. Quest’ultimo, un 36enne pregiudicato di Castellammare, l’ha allontanata e poi investita, mentre scappava, con la propria auto rompendole una gamba. L’uomo è stato immediatamente fermato dai carabinieri che nelle ultime ore stanno cercando di ricostruire l’intera vicenda.

E’ questa l’assurda vicenda che si è verificata a Castellammare, nella zona collinare: l’uomo per evitare la fuga della donna e, probabilmente, per evitare la fine della relazione, ha tentato di farsi giustizia da solo. Attimi di follia a Quisisana dove la popolazione residente è sotto shock. Intanto sul posto è giunta anche la polizia municipale per bloccare la circolazione.

Donna al momento ricoverata al San Leonardo

La donna vittima dell’aggressione, al momento, è ricoverata all’ospedale San Leonardo di Castellammare. Nel nosocomio stabiese ha dovuto subire le cure del caso dopo la frattura alla gamba causata dall’incidente con il suo fidanzato. Sarà compito dei carabinieri, adesso, ricostruire l’intera vicenda e ascoltare, appena possibile, la versione della donna. L’uomo 36enne, in passato condannato per usura, resta in carcere. Per lui potrebbe scattare il reato di tentato omicidio.

Comunità stabiese sconvolta dopo il folle gesto

In poche ore la notizia ha fatto il giro della città. Ovunque si parla del femminicidio mancato a Quisisana dove è rimasta ferita una giovane donna. Ci sono stati altri precedenti a Castellammare ma mai così pericolosi. Tutti, al momento, confidano nelle forze dell’ordine con la speranza che possano presto ricostruire il caso e assicurare il colpevole alla giustizia. Utile in tal senso anche la collaborazione della terza donna, quella che si trovava in auto con il 36enne prima dell’arrivo della ragazza ferita: si tratta dell’unica testimone in un caso che si avvicina a quello di un tentato omicidio.