Architetti di Napoli e Provincia, lo stabiese Melisse eletto Presidente

1806

castellammare eduardo melisseUn’elezione che rappresenta una promozione ottenuta sul campo per le tante opere realizzate dal professionista stabiese ma anche un’occasione di riscatto per il territorio stabiese in cui lo stesso architetto Melisse opera. L’elezione si è svolta nella giornata di ieri 27 luglio.

Dopo una lunghissima discussione durata circa due ore il consiglio dell’Ordine ha deliberato a maggioranza (8 voti a favore) il nuovo Consiglio di Amministrazione della Fondazione. Presidente: Melisse; Vice presidente; Porcelli Stefania; Segretario: Marzullo Paola; Tesoriere: Oliva Giuseppe; Consigliere: Veneruso. Il nuovo presidente Melisse “ringrazia i componenti del Consiglio per la fiducia ed esprime un sincero ringraziamento a tutti i componenti dei precedenti Consigli per l’importante lavoro svolto finora”. Melisse auspica che “la composizione dell’attuale consiglio, espressione di voto degli iscritti, sia il valore aggiunto per il lavoro che ci apprestiamo ad affrontare”.

Il commento a caldo del Presidente del consiglio comunale di Castellammare

“Voglio ringraziare – spiega Melisse – in primis gli architetti Sasà Visone e Aldo Imer (rispettivamente presidente e vice presidente dell’Ordine), che hanno voluto la mia candidatura al consiglio; tutti i colleghi e gli amici che mi hanno sostenuto, durante la fase elettorale, consentendomi di ottenere uno straordinario risultato al seggio di Torre Annunziata; i colleghi Stefania Porcelli, Paola Marzullo e Peppe Oliva, con i quali ho condiviso “la battaglia” al seggio non facile di Torre e che insieme, oltre al collega Veneruso, formiamo la squadra della Fondazione; e infine i colleghi Brigida De Somma, Paola Lista, Marco Borrelli, Tarantino Raguzzino, Varone e il Presidente Sasá e l’amico Aldo, che con i loro voti hanno permesso l’attuale composizione della Fondazione. Un abbraccio forte a Ferdinando Giampietro e a Concetta Marrazzo” conclude il presidente del consiglio comunale stabiese.

Share