Afragola: rapina a stazione di rifornimento, due fratelli arrestati

I poliziotti hanno preso visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza riconoscendo nei due rapinatori, nonostante fossero parzialmente travisati da cappellini da baseball, i due fratelli già noti

0
4072

rapina pollenaIeri sera gli uomini del Commissariato Afragola hanno arrestato due fratelli napoletani, Carlo Caccavale pluripregiudicato 47enne e Michele Caccavale 37enne, responsabili del reato di rapina aggravata in concorso ai danni del titolare di una stazione di rifornimento “Total Erg” ubicata sulla S.S. Sannitica. ad Afragola.




Nel primo pomeriggio il titolare della stazione di servizio richiedeva l’intervento degli operatori in quanto aveva subito una rapina perpetrata da due individui a bordo di una moto Suzuki di colore nero priva di targa. I motociclisti dopo averlo minacciato con una pistola si erano fatti consegnare l’incasso ammontante a 450 Euro.

I poliziotti hanno preso visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza riconoscendo nei due rapinatori, nonostante fossero parzialmente travisati da cappellini da baseball, i due fratelli già noti in quanto serial rapinatori di impianti di carburanti. Gli uomini del commissariato, pertanto, si sono recati a Secondigliano presso l’abitazione dei due presunti autori della rapina.




Sul marciapiede prospicente lo stabile hanno notato la Suzuki ed un giovane , riconosciuto nel Michele Caccavale, armeggiare con la targa. Alla vista degli agenti Caccavale tentava inutilmente di darsi alla fuga venendo immediatamente bloccato. I poliziotti successivamente hanno raggiunto la porta d’ingresso dell’appartamento dei due nel quale era nascosto Carlo Caccavale.

All’interno di una finta bocchetta di aereazione, debitamente occultati, gli agenti hanno rinvenuto una pistola giocattolo Mod. 92 cal. 8 mm priva del tappo rosso, due cappellini, un giubbotto corrispondente a quello immortalato dalle riprese delle fasi della rapina. I due fratelli sono stati arrestati e quindi associati presso la Casa Circondariale di Poggioreale.

Alfonso Maria Liguori

Condividi
PrecedenteOltre dieci rapine di Rolex messe a segno: arrestati 5 soggetti di Napoli
SuccessivoNapoli, rapine e truffe: due ricercati arrestati dalla polizia
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.