Ottaviano: per la trentesima edizione ritorna Piediterra in Festa

La kermesse, che quest’anno varca la soglia dei trent’anni, rientra nel cartellone delle manifestazioni estive “Estate Medicea”

1478

ottaviano palomme piediterraRitorna “Piediterra in Festa”. Per il trentesimo anno consecutivo, il quartiere del centro storico ottavianese, perpetua la tradizione del primo weekend agostano, preparando un ricco programma di eventi e manifestazioni rigorosamente con ingresso gratuito e che avranno luogo in Piazza Piediterra a Ottaviano il 4 – 5 – 6 agosto. Una “tregiorni” all’insegna dello spettacolo, della musica, della tradizione, e della gastronomia, a cura dell’Associazione “Il Centro Storico” del Presidente Domenico Cutolo con il Patrocinio del Comune di Ottaviano.

La kermesse, che quest’anno varca la soglia dei trent’anni, rientra nel cartellone delle manifestazioni estive “Estate Medicea”, ciclo di iniziative culturali e artistiche per la stagione estiva voluto dall’amministrazione comunale di Ottaviano guidata dal Sindaco Avv. Luca Capasso.

Si comincia quindi venerdì 4 agosto alle ore 21 con l’esibizione di “Gerardo Amarante & Spaccapaese” suoni, canti e balli del Sud Italia. A seguire, l’esibizione della Cover Band “Leslie 122”.

Sabato 5 alle ore 20,30 avverrà la consueta accensione delle tradizionali “Palomme” (manufatti pirotecnici che, posti su di un filo di acciaio istallato ai due estremi della piazza, vengono accesi al fine di effettuare il tragitto sul suddetto cavo con scintille scoppiettanti). Alle 21 avrà inizio la serata musicale, con l’esibizione di Annalisa, Anthony e Antonio Ottaiano.

Il dott. Gino Aprile, sarà il presentatore delle due serate musicali.

Terza serata, domenica 6: alle ore 22, il Concerto Bandistico Lirico-Sinfonico “Città di Marigliano” eseguirà alcuni brani scelti della tradizione napoletana. I fuochi pirotecnici concluderanno i festeggiamenti.

Nelle tre serate della festa avrà luogo la Grande Sagra Gastronomica dove si potranno degustare penne all’arrabbiata, pasta e fagioli, panini con salsiccia alla brace e contorni vari, birra, vino locale, bibite e anguria.

Share