Tredicesimo indagato per il crollo a Torre Annunziata. Parte la messa in sicurezza

Acnora un avviso di garanzia, destinatario Pasquale Cosenza, un operaio che stava lavorando proprio nell’edificio sbriciolatosi all’alba del 7 luglio

2600

Crollo torre annunziata il pm sul disastroProseguono le indagini per il crollo della palazzina su Rampa Nunziante a Torre Annunziata e arriva il tredicesimo avviso di garanzia.

Proprio questa mattina i Carabinieri lo hanno consegnato a Pasquale Cosenza, un operaio che stava lavorando proprio nell’edificio sbriciolatosi all’alba del 7 luglio scorso e che portò con sé le vite delle otto malcapitate vittime.

La presenza nell’edificio, per lavori di manutenzione, di Cosenza è emersa nel corso degli interrogatori condotti dai pm Silvio Pavia e Andreana Ambrosino, titolari dell’inchiesta, che hanno ipotizzato i reati di disastro colposo e omicidio plurimo.

Per quel che riguarda la messa in sicurezza dello stabile crollato, proprio stamattina sono iniziati i lavori. A disporre l’intervento la procura della Repubblica di Torre Annunziata su indicazione dei consulenti nominati: gli ingegneri Nicola Augenti e Andrea Prota.

I consulenti tecnici delle parti sono stati autorizzati a ispezionare il cantiere,  a scattare fotografie e ad  assistere a tutte le operazioni da un punto di osservazione sicuro allestito all’esterno dello stesso cantiere.

R.M.