Le Vespe di Castellammare di Stabia sono attese ad Ascoli per il secondo turno di Coppa Italia. Nel primo match i gialloblù si aggiudicarono la vittoria.

La vendetta è un piatto da servire freddo: il noto adagio, declinato nell’accezione calcistica, ben si addice alla meritata vittoria che la Juve Stabia all’esordio ufficiale stagionale ha conseguito sul Bassano, regalandosi il passaggio al turno successivo di TIM Cup, dove se la vedrà oggi alle 18 con l’Ascoli in gara secca al “Del Duca”.

La prima della Juve Stabia contro il Bassano

Il netto successo (3-1) colto dai gialloblù contro i veneti può considerarsi una sorta di karma, considerato che il Bassano aveva eliminato ai rigori la compagine stabiese due anni fa nei play off per la promozione in B.
Un match contraddistinto allora da una rete regolare annullata all’ex attaccante gialloblù Gomez nei secondi finali dei tempi supplementari. Il passaggio di turno ha avuto risvolti positivi in seno alla squadra portando entusiasmo e maggiore consapevolezza nei propri mezzi, anche in previsione della sfida odierna contro i marchigiani, team di categoria superiore e favorito sulla carta.
Note confortanti sono infatti arrivate dalle prestazioni dei nuovi innesti nell’undici titolare, in primis Berardi, Strefezza e Nava, autori tra l’altro, delle tre reti decisive, oltre che dalla conferma dello stato di forma di alcuni elementi già in squadra lo scorso anno.
Il riferimento è relativo al rendimento di Atanasov in difesa e Matute a centrocampo.
Il duo tecnico Caserta-Ferrara non dovrebbe apportare modifiche allo schema tattico che sarà ancora impostato sul 4-3-3, come già provato nelle gare amichevoli del romitaggio estivo. Il diktat di Caserta-Ferrara è quello di confermare quanto di buono fatto vedere contro il Bassano, ma soprattutto consolidare affiatamento e spirito di squadra, fondamentali per sentirsi partecipi del progetto sportivo.
Nella gara contro l’Ascoli (ultimo precedente in serie B cinque anni fa con la vittoria stabiese per 4 a 1 in trasferta) i due tecnici potrebbero dare maggiore spazio ad altri volti nuovi che si sono aggregati alla compagine gialloblù dalla sessione di calcio-mercato ancora in essere.

Un po’ di calciomercato

Tra questi il centrocampista Capece ed il terzino sinistro Crialese, senza dimenticare giocatori della vecchia guardia come Rosafio e Lisi. Ancora out Morero, Liviero, Sandomenico, Zibert e Zanotti. Oltre al calcio giocato, la Juve Stabia deve anche fare i conti con la campagna trasferimenti che ora entra nel vivo fino alla fine del mese.
Vari elementi della rosa stabiese sono richiesti da squadre di categoria superiore, come è il caso, secondo i soliti rumors, di Cancellotti, Mastalli e Sandomenico.
Nella giornata di ieri è  stato ceduto in  prestito con diritto di riscatto alla Sicula Leonzio  il centrocampista Esposito. I gialloblù inoltre sono alla ricerca anche di una punta centrale, ma al momento devono prima sfoltire la rosa per permettere ulteriori arrivi, dovendo anche tenere sotto controllo il numero di “over” presenti.
Share