Si erano “allargati” e il molo era abusivamente 230metri quadrati più grande

Le 13 imbarcazioni ancorate nello spazio risultato eccedente sono state obbligatoriamente spostate dai proprietari in altri moli

1746

carabinieri posillipo capitaneria portoSi erano “allargati” di 230 metri quadrati abusivamente. I Carabinieri della stazione di Posillipo, insieme alla Capitaneria di Porto di Napoli, hanno controllato le concessioni dei moli e hanno rilevato che a Mergellina un consorzio di operatori nel settore degli approdi nautici occupava abusivamente uno specchio d’acqua eccedente rispetto allo spazio autorizzato.

Le 13 imbarcazioni ancorate nello spazio risultato eccedente sono state obbligatoriamente spostate dai proprietari in altri moli.

Denunciato, ai sensi del codice della navigazione per occupazione abusiva di spazio demaniale e inosservanza delle norme sui beni pubblici, l’amministratore del consorzio.