Ciro, il maggiore dei tre fratelli salvati dalle macerie del terremoto che ha colpito Ischia, sta per essere trasferito all’ospedale Santo Bono di Napoli. Recuperato dai soccorritori dopo quasi 16 ore di lavoro, il bambino era in buone condizioni, ma riportava una piccola frattura al piede, come confermato dal direttore sanitario del Rizzoli.

Mattias, l’altro fratellino, era stato salvato in mattinata e sta bene, il più piccolo dei fratelli, solo sette mesi, Pasquale è stato il primo dei tre ad essere estratto vivo dai vigili del fuoco nella notte.

“E’ stato Ciro a salvare il fratellino Mattias. Dopo la scossa lo ha preso e lo ha spinto con lui sotto al letto, un gesto che sicuramente ha salvato la vita a entrambi. Poi con un manico di scopa ha battuto contro le macerie e si è fatto sentire dai soccorritori”. Era commosso il comandante della Tenenza di Ischia della Gdf, Andrea Gentile, nel riferire il racconto di uno dei vigili del fuoco.

“Ciro è stato un grande, ha parlato tutta la notte con i fratellini e con i soccorritori, ci ha aiutato molto nel lavoro per salvarli tutti. Siamo felici di averlo recuperato” così la Vigile del Fuoco che è stata vicina al bambino estratto per ultimo dalle macerie.