Castellammare, partiti questa mattina i lavori al “Menti”: sarà una corsa contro il tempo

I ritardi accumulati dal Comune sono stati troppi. Ad un certo punto si temeva anche che i lavori non sarebbero mai iniziati dopo mille promesse mai rispettate dagli uomini di Palazzo Farnese

1450

Juve Stabia Fidelis Andria mentiNonostante i ritardi e le promesse, i lavori allo stadio “Romeo Menti” di Castellammare sono ufficialmente partiti. La ditta vincitrice dell’appalto per la sostituzione del manto erboso, proveniente da Forlì, ha dato inizio questa mattina alle operazioni di sostituzione che continueranno anche nei prossimi giorni. Secondo quanto si apprende, entro fine settimana dovrebbe essere piazzato parte del nuovo sintetico per lo stadio della Juve Stabia. La ditta ha assicurato la fine dei lavori entro 25 giorni da oggi: così facendo le vespe potrebbero giocare nella propria casa la gara con il Trapani.

Questa mattina, alle 7:30, i lavori sono iniziati e continueranno per tutta la giornata. Per rispettare i tempi previsti, anche per via delle sollecitazioni della società e del Comune (unico responsabile di questi ritardi), la ditta provvederà con turni doppi per tutti i giorni così da ridurre notevolmente i tempi di lavoro e garantire la restituzione entro il 17 settembre. Se così non sarà, la Juve Stabia giocherà a Caserta, come successo anche in Tim Cup, la terza sfida di campionato contro il Trapani.

Ritardi accumulati durante l’inverno

I ritardi accumulati dal Comune sono stati troppi. Ad un certo punto si temeva anche che i lavori non sarebbero mai iniziati dopo mille promesse mai rispettate dagli uomini di Palazzo Farnese. Poi, improvvisamente, la svolta: a fine luglio è stato pubblicato il bando mentre nella prima settimana di agosto c’è stata l’aggiudicazione del lavoro. Cifra importante per la sostituzione che si aggira su circa 800mila euro stanziati durante la gestione del Commissario Prefettizio Vaccaro.

Società e tifosi della Juve Stabia ora sono con il fiato sospeso: sarà fondamentale avere a disposizione il proprio stadio per questo campionato di Serie C che si preannuncia ancora più difficile dello scorso anno. Non sarà semplice per le vespe che hanno cambiato tanto e che proveranno ad onorare la maglia anche e soprattutto per il presidentissimo Manniello. Settimana scorsa l’esordio ad Andria, 3-3 risultato finale, mentre domenica prossima ci sarà il turno di riposo (non si giocherà con la Vibonese che non è stata ancora riammessa ufficialmente in Serie C). Prima della gara interna con il Trapani, le vespe andranno di scena a Catanzaro.

Share