Il Pomigliano esce dalla Coppa a testa alta, la Nocerina si impone per 2-0

I molossi hanno fatto valere il maggior tasso d’esperienza ed al cospetto di una degna cornice di pubblico hanno battuto un Pomigliano che non ha affatto demeritato

1233

Pomigliano nocerinaLa Nocerina batte per 2-0 il Pomigliano ed accede al turno successivo di Coppa. C’era attesa e curiosità per la supersfida di giornata.

I molossi hanno fatto valere il maggior tasso d’esperienza ed al cospetto di una degna cornice di pubblico hanno battuto un Pomigliano che non ha affatto demeritato. Colpito a freddo dalla battuta del calcio piazzato di Cavallaro, l’undici di mister Agovino ha trovato la maggior spinta offensiva a metà ripresa cercando a più riprese di trovare la rete della bandiera. Granata fortemente rimaneggiati a causa delle assenze di Labriola, Pisani Vincenzo, Di Roberto per infortunio e degli appiedati per squalifica Guidelli e Marzullo. Debutto dal primo minuto per gli ultimi acquisti Konete e Caruso.Il presidente Pipola presente in tribuna ha incoraggiato i ragazzi puntando sin  da domani in poi alla massima concentrazione al campionato. Onore e merito ad una Nocerina tra le candidate principali al salto di categoria in Lega Pro.

PRIMO TEMPO – Al pronti via ecco tra i molossi una vecchia conoscenza come il difensore Gigi Manzo due stagioni orsono in maglia granata. Ex di turno per il Pomigliano Alfano  e Mannone.  Al 2’ s’invola Konate pronto a servire l’accorrente Romano ma il tutto si conclude con un nulla di fatto. Nocerina in avanti al 10’: il fendente di Alvino trova  Vitiello pronto a respingere e far ripartire il gioco. Al 20’ punizione magistrale di Cavallaro pronto ad esultare davanti ai suoi tifosi.  Al 23’ Caruso su punizione prova a sorprendere la difesa locale ma Mennella smanaccia. Al 38’ molossi in avanti: il tutto parte dai piedi di Alvino lesto nel servire un assist al bacio per Russo abile nel trafiggere De Felice. Nocerina col doppio vantaggio rientra negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO- Al 53’ il neo entrato Thioune prova  scuotere i suoi concludendo a lato. Al 75’ azione capolavoro del collettivo granata: Di Finizio dall’out di destra lancia preciso per Elefante la cui conclusione è bloccata da Mennella. Al 76’ prima della battuta conclusiva anticipato l’attaccante Sigorelli. Si applica da subito la nuova regola e tanti cambi in campo. I minuti passano veloci e al termine di quattro di recupero, fine delle ostilità e passaggio del turno per i padroni di casa. In casa Pomigliano nessun dramma ma una consapevolezza che recuperando tutte le pedine il team potrà dire la sua nel difficile girone H di serie D.

NOCERINA (3-4-3): Mennella; Matino, Manzo, Mautone; Ragone (52’ Vanacore), Coppola, Marsili, Vitolo (68’ Schettino); Alvino (90’ Ferri), Russo (65’ Dieme), Cavallaro (68’ Silvestro). A disp: Gomis, Schettino, Di Minico, Accardo, Barcellona. Allenatore: Morgia.

POMIGLIANO (4-3-3) De Felice; Savarise, Avella, Mannone, Marotta; Caruso (43’ Thiuone), Alfano, Vitiello (55’ Di Finizio); Signorelli, Romano, Konate (46’  Elefante; 94’Pisani D.). A disp: Alcolino, Mariani, D’Angelo,  Pisani V. Allenatore: Agovino Massimo

ARBITRO: Tchato (Aprilia). Assistenti: Valente (Roma 2) e Palmigiano (Ostia Lido).

 RETI: 20’ Cavallaro, 38’ pt Russo.

NOTE. Spettatori: 600 circa. Ammoniti: Thioune,Alfano (pom) ,angolo:6-3 per la Nocerina. Recupero: 2’ pt; 4’ st. Osservato 1’ di raccoglimento in memoria delle vittime del terremoto di Ischia.