castellammareE’ stato un lunedì nero per tutti gli stabiesi. I temporali che hanno colpito oggi la città di Castellammare hanno messo in ginocchio interi quartieri a causa degli allagamenti mentre si è rischiato la tragedia nella zona collinare, precisamente a Pozzano, dove una frana ha intrappolato 7 famiglie nelle loro case. L’emergenza sembra essere rientrata in serata quando sono terminate le piogge che faranno spazio al sole già nella giornata di domani.

Periferie in ginocchio: allagamenti in tutti i quartieri

In tutti i quartieri si sono fatti registrare allagamenti importanti. La zona più colpita resta sempre quella della periferia Nord: Fontanelle e CMI in primis. Nel primo rione l’acqua ha raggiunto proporzioni altissime rendendo praticamente impossibile il transito delle auto; nel secondo caso si sono avuti problemi importanti sia lungo via Napoli che a ridosso del fiume Sarno (esondato anche questa volta).

Difficoltà anche al Centro Antico. Una lunga colata di fango ha invaso il quartiere storico della città delle acque. Diversi problemi anche all’interno di alcune cantine che sono state invase dai detriti e, allo stesso tempo, dall’acqua. Le vasche borboniche, come denunciano anche alcuni residenti, non sono state ripulite e questo ha comportato l’arrivo nel centro abitato di tutti i resti della montagna.

Esonda il fiume Sarno. Problemi anche a Pozzano

Grave la situazione a via Ripuaria. Il fiume Sarno ha rotto nuovamente gli argini ma anche questa volta il sistema d’allerta automatico ha funzionato, avvisando gli automobilisti del pericolo. Strada ancora chiusa in serata e che probabilmente riaprirà solamente nella giornata di domani. Si teme soprattutto per il fango lasciato sulla carreggiata.

Si è sfiorata la tragedia invece nella zona di Pozzano. A ridosso della Madonna della Libera, infatti, una frana ha bloccato nelle proprie abitazioni ben 7 famiglie. Anche alcune auto sono state inghiottite dalla colata di fango. I soccorsi sono arrivati immediatamente e la situazione è presta ritornata alla normalità, grazie anche ai R.O.S.S. volontari della Protezione Civile.

Il commento di Pannullo

“La forte pioggia che si è abbattuta su Castellammare di Stabia ha creato non poche criticità in particolar modo alla foce del Sarno e nella zona di Pozzano. Per quanto concerne via Ripuaria funziona il sistema di allerta con rilevatori elettronici che ci permette di chiudere la strada. Certo si tratta di una misura tampone, in attesa di risolvere definitivamente il problema della Foce del Sarno. Intanto, grazie ai Ross della Protezione Civile, viene effettuato un monitoraggio costante per garantire l’incolumità dei residenti e delle attività produttive della zona.

A Pozzano, invece, siamo intervenuti per rimuovere alcune criticità, in particolare abbiamo rimosso il fango che ha ostruito la strada. L’intervento di pulizia di circa 1900 caditoie, svolto insieme all’AM Tecnologyl, ha evitato altri episodi di allegamento. Sul fronte #balneabilità, nella mattinata di oggi abbiamo avuto un nuovo incontro al Comune con tecnici di Arcadis, Gori e Regione Campania: è in via di ultimazione l’allacciamento Enel per tutte le pompe di sollevamento. Rispetteremo il cronoprogramma di interventi per chiudere entro fine anno gli scarichi. Parallelamente, stiamo lavorando anche per definire il numero esatto dei privati che devono allacciarsi alla rete” ha spiegato il primo cittadino di Castellammare.

Share