Fulvio Collovati: “Un paio di calciatori fumavano anche nell’Italia campione del mondo del 1982”

Collovati si è sottoposto insieme a migliaia di altre persone alla spirometria offerta gratuitamente dalla European Lung Foundation negli scorsi giorni

1105

La campagna nazionale “Healthy Lungs for Life” si è chiusa ieri a Milano con le parole di Fulvio Collovati, vecchia gloria del calcio italiano, campione del mondo nel 1982: “Anche nello squadrone che si è aggiudicato i mondiale del 1982 c’erano un paio di calciatori che fumavano.




Ma il fumo si paga, anche in termini di prestazioni fisiche andando avanti con gli anni. E’ importante spegnere la sigaretta e fare sport per garantirsi una vita lunga e in salute”.

Collovati si è sottoposto insieme a migliaia di altre persone alla spirometria offerta gratuitamente dalla European Lung Foundation negli scorsi giorni a Milano. La spirometria è un test semplice e non invasivo che accerta lo stato di salute dei polmoni.




Fumo e inquinamento sono i due nemici principali dell’apparato respiratorio. Solo il fumo è responsabile di 7,1 milioni di morti all’anno secondo le ultime stime globali.

“Il messaggio principale della campagna Healthy Lungs for Life è che smettere di fumare è possibile, meglio se con l’aiuto del medico” spiega Francesco Blasi, universitario e direttore del Dipartimento di pneumologia della Fondazione Ca’ Granda Policlinico di Milano.




“I benefici a tutto l’organismo e non solo alla respirazione si fanno sentire da subito, addirittura dalle prime ore per consolidarsi in un grande guadagno di salute negli anni successivi”.

Share