Funziona la cura Nappi: primo squillo del Pomigliano

”Una società così organizzata si fa fatica a trovarla in D!”

715

pomigliano primaA.S.D CALCIO POMIGLIANO:Alcolino 7, Avella 7, Marotta 7, Guidelli 7, Djibo 7,Mannone 7, Labriola 7(61’ Thioune 6), Alfano 7, D’Angelo 7(86’ Mariani sv) Marzullo 7, Vitiello 7 (58’ Di Roberto sv, 80’ Di Finizio sv)A disp: De Felice,  Di Siervi, Savarise, Elefante All. Nappi Marco 7

NARDO’: Mirarco 5.5(55’Cavana sv),Cassano 5(55’ Versienti),Caporale 6, Capristo 5.5(75’ Cavaliere sv),Schiavino 6,De Pascalis 5.5,Palmisano 5(37’ De Vita),Prinari 6, Balistrieri 5.5,Bertacchi 6, Cicerello 5.5(70’Gigante) A disp: Mangione, Trinchera, Bolognese,Greco All. Taurino Roberto 5.5

Reti: 20’Vitiello(pom)-42’D’Angelo(pom)

NOTE:spettatori centocinquanta circa con una rappresentanza di supporters ospiti;ammoniti:Caporale(nar)

ARBITRO: Tucci Fabio di Ostia Lido 6 ,assistente 1 Palmigiano Alessandro di Ostia Lido, assistente 2 Valente Francesco di Roma 2.

VOLLA. Novità rispetto all’undici sceso in campo domenica scorsa a Canosa: il tecnico Nappi di affida all’esperienza di Marco Alcolino  puntando sul consueto 4-3-3 redditizio. In difesa intesa cementata  tra Mannone e Djibo: i due appaiono ben affiatati sin dalle prime battute. Avella e Marotta i soliti cursori di fascia. Debutto dal primo minuto per il giovane attaccante Antonio D’Angelo classe ’98 :a lui la palma di migliore in campo con continui spunti interessanti . In 3 partite 5 punti :ecco il ruolino di marcia del tecnico Nappi capace di entrare in punta di piedi e galvanizzare l’intero ambiente con tutta la sua leadership e professionalità. Non s’inventano per caso 600 gare tra i professionisti. Sul fronte ospite tardivo il risveglio c nel finale:i ragazzi di mister Taurino sono seguiti da una trentina di supporters che si fanno sentire per tutta la durata della gara.

Il Pomigliano  è in forma e si vede:  pressing asfissiante e ripartenze con un gioco collettivo che spicca per qualità . All’8’ uno scatenato D’Angelo vede libero Marzullo: il gran destro del fantasista granata trova la respinta di Mirarco. Al 20’ Pomigliano in vantaggio: Marzullo impegna severamente il portiere e in un batti e ribatti ecco Vitiello pronto ad insaccare. Al 23’ Guidelli spara alto da posizione favorevole. Al 29’ ancora Vitiello motorino inesauribile si rende protagonista con una bordata delle sue alto di poco. Al 42’ D’Angelo suggella la sua ottima prestazione trafiggendo l’estremo difensore ospite Mirarco da consumato bomber d’area di rigore. Un Pomigliano cinico e convincente rientra negli spogliatoi. Al 52’ la risposta del Nardò con la conclusione a mezza girata di Prinari alta. Al 67’ D’Angelo lancia in ottima posizione Marzullo la cui conclusione termina di poco alla sinistra di Cavana entrato poco prima al posto di Mirarco. Ancora D’Angelo con un pallonetto insidiosissimo al 69’ va vicino al terzo gol.  Proteste ospiti per un contatto in area tra Schiavino e Di Roberto. L’arbitro da ottima posizione non ravvede gli estremi del penalty. Nardò pericoloso nel finale :al 90’ l’attaccante Balistrieri centra il palo esterno. Al 92’ il neo entrato Gigante conclude impreciso. Stessa sorte per Cavaliere che spara alto. Il match termina dopo 6 minuti di recupero:onore ad un Pomigliano capace di non subite reti per la prima volta in questa stagione e presentare sul piatto della bilancia un grandissimo gioco collettivo.

Successo importante per i granata . Si lavora con serenità e grandi prospettive. Altro mattoncino importante in questa risalita in classifica col pensiero del tecnico granata Marco Nappi:” Nel primo tempo abbiamo fatto delle giocate incredibili che ci hanno portato alla realizzazioni delle reti . Il lavoro alla fine paga, ho un gran bel gruppo. Non c’era da cambiar nulla quando sono arrivato. Ho trovato una grande disponibilità sia dei giovani che dei meno giovani. Organizzazione da serie A, una società così organizzata in serie D si fa fatica a trovarla. Contento di essere arrivato a Pomigliano e rimettermi in gioco. Vederli giocare così mi dà la carica per far bene. Il campionato è ancora lunghissimo, ci teniamo stretti questi 5 punti con me in panchina guadagnati col gioco e facendo grandissime prestazioni. Contano le emozioni, gli stimoli . Ai ragazzi ho chiesto di giocare col cuore. Sanno che devono dare il massimo . Ho fatto giocare D’Angelo un ’98 autore di una partita strepitosa come Mannone ,il capitano  Alfano, Guidelli e Vitiello che veniva da una fortissima botta al polpaccio.  . Non dimentico tutti gli altri:Alcolino si fa trovare pronto in porta. E’stato determinante.  Devo essere bravo io a mantenere il gruppo. Un applauso alla società che ci mette in condizione di poter crescere. Non abbiamo mai rischiato veramente. Potevamo chiudere la gara sul 3-0,importante non aver preso goal. Nel prossimo turno andremo a far visita al Gragnano.  Andremo a giocarci la nostra onesta partita”

 

Share