Droga nascosta nella cantina del vino, in due finiscono in manette a Casola di Napoli

Sotto sequestro sono finiti 15 grammi di cocaina, 8 grammi di crack e alcune dosi di marijuana, insieme allo stupefacente i militari hanno messo sotto chiave anche la somma di 150 euro in banconote di piccolo taglio

Droga nascosta nella cantina del vino, in due finiscono in manette a Casola di Napoli. Sono finiti nel mirino dei carabinieri della stazione di Gragnano impregnati in un servizio di controllo del territorio e sono stati scoperti proprio mentre erano nella loro cantinola per nascondere la droga.




Il blitz messo a segno dai militari gragnanesi ha portato all’arresto di Giovanni Vicedomini, 35enne di Casola, e di Carmine D’Auria, 39enne di Lettere, entrambi con piccoli precedenti penali alle spalle. Sotto sequestro sono finiti 15 grammi di cocaina, 8 grammi di crack e alcune dosi di marijuana, insieme allo stupefacente i militari hanno messo sotto chiave anche la somma di 150 euro in banconote di piccolo taglio.




Con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti Vicedomini e D’Auria sono stati dichiarati in arresto. I due pregiudicati dopo essere stati colti in flagrante hanno consegnati la droga ai carabinieri senza opporre resistenza. Quello di ieri è l’ennesimo sequestro di droga portato a termine dai carabinieri nel comprensorio dei monti Lattari dove anche insospettabili vengono sorpresi a smerciare dosi e a coltivare in casa piante di marijuana.




Pochi giorni fa nel piccolo comune di Santa Maria La Carità un 31enne, meccanico incensurato, è stato pizzicato con oltre mezzo chilo di marijuana in casa e una pianta di cannabis alta più di un metro e mezzo. Nella stessa operazione sono finiti anche altri due fratelli incensurati scoperti con più di 100 grammi di erba della stessa varietà.

Anche nei prossimi giorni andranno avanti i controlli delle forze dell’ordine sul territorio dei Lattari e del comprensorio stabiese per andare in pressing sui tanti droga-shop e coltivazioni indoor della zona.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedentePimonte, ristoratore ferito dopo una lite: ore contate per i colpevoli
SuccessivoNapoli: FEMmINAe Arte, artiste unite contro la violenza sulle donne
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.