Minacciata dal convivente con un coltello: salvata dalla polizia. Arrestato 43enne

Anche la donna rientrava in casa, con il volto tumefatto ed in grande stato di agitazione, riferiva tutto l’accaduto agli agenti, mostrando anche precedenti referti medici di aggressioni subite

475

La Polizia di Stato arresta un uomo per maltrattamenti in famiglia minacce a mano armata ed evasione. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Ponticelli, ieri sera hanno arrestato Pagano Luigi, pregiudicato 43enne per maltrattamenti in famiglia, minaccia a mano armata, aggressione e lesioni nonché per evasione dagli arresti domiciliari.




L’uomo già in precedenti occasioni si era reso violento nei confronti della convivente procurandole delle lesioni refertate al vicino presidio di Villa Betania. Ieri sera, la donna era riuscita a scappare perché minacciata con un coltello, portando con se il figlio molto piccolo.




L’uomo l’aveva inseguita e grazie all’intervento dei alcuni passanti e del cognato della donna, era riuscita a sfuggire alle ire del suo convivente. Il Pagano non desisteva da suo intento violento e, rientrava in casa per riprendere il coltello ma veniva bloccato dall’arrivo dei poliziotti.




Anche la donna rientrava in casa, con il volto tumefatto ed in grande stato di agitazione, riferiva tutto l’accaduto agli agenti, mostrando anche precedenti referti medici di aggressioni subite dal Pagano. Il Pagano veniva accompagnato negli Uffici di Polizia, dove arrivava anche la convivente per formalizzare la denuncia.




Notiziata la competente autorità giudiziaria, i poliziotti arrestavano il Pagano associandolo alla casa Circondariale di Napoli Poggioreale.

Share