Roma-Napoli: anticipazioni e probabili formazioni

Primo vero banco di prova, dopo la sosta, per il Napoli che dovrà affrontare la Roma all’Olimpico

626

Ricomincia il campionato dopo la sosta delle nazionali e il Napoli, capolista in solitaria, è posto di fronte a tre importanti partite nell’arco di una settimana: Roma e Manchester City fuori casa e a seguire l’Inter, seconda a pari punti con la Juventus, al San Paolo. Queste sfide metteranno a dura prova la squadra di Sarri che però continua la corsa allo scudetto e farà il massimo per vincerle tutte e mantenere il primo posto in classifica. In settimana, il presidente Aurelio De Laurentiis, intervistato al Festival di Firenze, ha ancora una volta sottolineato l’obiettivo e la voglia di vincere con il Napoli non uno ma tanti scudetti, e chissà, un giorno, anche la Champions League. Inoltre messo di fronte alla scelta tra Sarri e Guardiola, il presidente conferma e confermerebbe il tecnico italiano a cui ha fatto tanti elogi per la sua carriera dal basso e per il suo studio dettagliato del calcio dalla pratica al campo. Tantissimi elogi anche per Mertens, il quale, intervistato da Repubblica, ha voluto rispondere ad Allegri relativamente al bel gioco dicendo che metterebbe la firma per giocar male e vincere ma che è il calcio divertente del Napoli a portare la squadra in alto e continueranno così alla ricerca dello scudetto. Qualche parolina anche sulla candidatura al Pallone d’oro, orgoglioso di essere tra i 30 giocatori più forti d’Europa, e sul suo amore per Napoli e i suoi tifosi.

Anche la Roma dovrà affrontare una grande sfida di Champions mercoledì sera contro il Chelsea di Conte.

romaROMA: Mister Di Francesco dovrà fare sicuramente a meno di Strootman, a causa dell’infortunio contro il Milan prima della sosta, e di Shick, ancora non in grado di giocare neppure uno spezzone di partita. I due non saranno convocati, mentre siederà in panchina Karsdorp che, similmente a Shick, dovrà essere impegnato con calma per non incorrere in ulteriori infortuni. Centrocampo quindi formato dal ristabilito Pellegrini, De Rossi e Naiggolan. Confermata, invece, la difesa vista a San Siro contro il Milan, con unico dubbio e ballottaggio tra Fazio e Juan Jesus per il ruolo da centrale affianco a Manolas. Il mister ha dichiarato che valuterà in base all’avversario e soprattutto in base alle tante partite che la sua squadra dovrà affrontare in pochi giorni. Sulle fasce quindi Bruno Peres e Kolarov ed in porta confermato Alisson. L’attacco, infine, dovrebbe essere formato da Florenzi a destra, ristabilito dall’infortunio al crociato che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi e ritornato al goal proprio nell’ultimo match, Perotti a sinistra, causa infortunio di El Sharaawy in nazionale, e Dzeko punta centrale.

NAPOLI: Il Napoli di Sarri non risparmierà nessuno in vista dell’importantissima sfida di Champions League di martedì sera contro il Manchester City di Guardiola, ed affronterà la Roma con tutta la squadra titolare. Quindi Reina a difendere i pali azzurri con Koulibaly e Albiol centrali di difesa e Hysaj e Ghoulam sulle fasce. Il franco-algerino è in uno stato di forma strepitoso con già due goal all’attivo e prestazioni di altissimo livello ma la firma sul contratto tarda ad arrivare: si parla della volontà di mettere una clausola rescissoria nel nuovo contratto e negli ultimi giorni si è mostrato vivo l’interesse proprio del City, oltre che di Liverpool e Juventus, per il terzino sinistro ma si spera poter giungere presto il rinnovo. A centrocampo ci sarà l’unico dubbio di formazione con Zielinski che spinge per un posto da titolare ma che, con molta probabilità, sarà utilizzato solo a partita in corso a vantaggio di Allan. Accanto al brasiliano agiranno Jorginho, in cabina di regia, e Hamsik. Infine l’attacco sarà formato sempre da Callejon, Insigne e Mertens.

Roma (4-3-3): Alisson; B. Peres, Manolas, Fazio, Kolarov; Pellegrini, De Rossi, Nainggolan; Florenzi, Dzeko, Perotti. Allenatore: Eusebio Di Francesco.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Koulibaly, Albiol, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejo, Mertens, Insigne. Allenatore: Maurizio Sarri.

Erasmo Micera

Share