Lavoro nero nell’edilizia, blitz a Caserta: tre aziende “sospese”

Complessivamente sono stati controllati 44 lavoratori, di cui 8 sono risultati completamente “in nero” e altri 2 irregolarmente assunti

543

finanza clan mallardoIl Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta, confermando il costante impegno nella repressione del fenomeno del sommerso da lavoro, in data odierna ha
effettuato, unitamente a personale dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Caserta,
numerose ispezioni presso cantieri edili siti in Caserta e comuni limitrofi.




In particolare sono state sottoposte a controllo 15 imprese con cantieri attivi a Caserta, San Nicola La Strada, Macerata Campania e Portico di Caserta. In sei casi è stato accertato
l’impiego di lavoratori irregolari. Complessivamente sono stati controllati 44 lavoratori, di cui 8 sono risultati completamente “in nero” e altri 2 irregolarmente assunti.




Per 3 aziende è scattato il provvedimento di sospensione, in quanto la manodopera
irregolare era superiore alla percentuale soglia prevista dalla legge per far scattare il
provvedimento cautelativo.



Share