Ercolano, netturbini in sciopero. Buttol: “Comportamenti sconsiderati”

Il servizio è stato ripreso alle ore 06.00 della medesima giornata e portato a completamento del primo turno di lavoro 12.20

3098

La Buttol Srl prende le distanze dal comportamento dei dipendenti Nu di Ercolano, in seguito all’interruzione di pubblico servizio messa in atto la scorsa notte. Infatti, con la manifestazione di protesta dei lavoratori, non è stato possibile effettuare, così come programmato con il Comune, il servizio di raccolta rifiuti a partire dalle ore 00.00 del 28 ottobre 2017.




Il servizio è stato ripreso alle ore 06.00 della medesima giornata e portato a completamento del primo turno di lavoro 12.20. Nel pomeriggio di oggi la Buttol Srl si è attivata per effettuare attività di riassetto del territorio con mezzi e personale sufficiente facendo anche ricorso a risorse esterne al cantiere di Ercolano.




L’azienda annuncia che verranno poste in essere tutte le azioni possibili al fine di ridurre il disagio alla cittadinanza causato dagli sconsiderati comportamenti del personale del cantiere di Ercolano. Alle forze dell’ordine è data la massima collaborazione per eventuali provvedimenti nei confronti di chi ha causato gravi disservizi ostacolando l’uscita degli automezzi per svolgere i servizi di raccolta (circostanze rappresentate alle forze dell’ordine intervenute sul posto).




Tale atteggiamento e comportamento, lesivo dei diritti dell’azienda oltre a generare riflessi economici negativi per la società, non hanno consentito il regolare svolgimento di quanto richiesto dall’Ente e programmato per rimuovere i rifiuti giacenti sul territorio.




Per questo motivo la Buttol srl ha comunicato alle organizzazioni sindacali che, con decorrenza immediata, devono ritenersi interrotte le relazioni sindacali relative al cantiere di Ercolano, con revoca immediata di tutti gli accordi fino ad oggi sottoscritti ed in essere riferiti al personale.

Nei mesi scorsi la questione è stata affrontata nel corso di incontri sindacali e riguarda l’abbassamento del livello a circa 70 operai. La Buttol Srl ha ereditato posizioni contributive più alte rispetto a quanto previsto dal capitolato speciale d’appalto. Nel primo anno l’azienda ha quindi dovuto sostenere dei costi maggiori rispetto a quanto erogato dal Comune di Ercolano rispetto alla spesa prevista per il personale. E’ stato poi lo stesso Comune a ordinare l’abbassamento dei livelli agli operai, proprio perché non previsti dal capitolato. La Buttol Srl si è limitata ad eseguire una disposizione del dirigente del settore ambiente.