Quattro auto in fiamme, attimi di paura a Pompei

Immediata la richiesta di intervento ai Vigili del Fuoco mentre gli agenti della municipale già sul posto tentavano di limitare i danni alle auto parcheggiate nei pressi delle due già in fiamme con l'estintore in dotazione

4056

Attimi di paura a Pompei questa mattina. Una colonna di fumo nero e denso si è innalzata alle spalle del santuario della Beata Vergine. Pochi minuti e l’aria è diventata acre e irrespirabile tra la piazza e via Nolana, appunto alle spalle del santuario.


Erano circa le 11 quando una pattuglia della Polizia Municipale in transito proprio su via Nolana, veniva informato di quanto stava accadendo: un’automobile in sosta nel parcheggio di via Fucci, alle spalle della stazione della Circumvesuviana di Pompei, stava andando a fuoco. I caschi bianchi pompeiani in pochi istanti erano sul luogo. Le auto ormai fagocitate dalle fiamme erano già due. Immediata la richiesta di intervento ai Vigili del Fuoco mentre gli agenti della municipale già sul posto tentavano di limitare i danni alle auto parcheggiate nei pressi delle due già in fiamme con l’estintore in dotazione nell’autopattuglia. Tentativo che rallentava le fiamme ma non riusciva a fermarle.

All’arrivo degli uomini in rosso le auto avvolte dalle fiamme erano ormai tre e l’impegno per sedare le lingue di fuoco è stato intenso dato che le stesse erano alimentate dai carburanti delle autovetture. L’acqua rallentava il fuoco ma non lo sedava. La terza auto è stata spenta solo dopo l’impiego della schiuma gettata sulle fiamme e sui residui di gasolio e benzina che galleggiava sull’acqua sotto le automobili. Nel frattempo l’incendio giungeva anche alla quarta auto che seppur non distrutta dalle fiamme risultava pesantemente danneggiata dal calore e dal denso fumo.

Intanto il fumo da nero diventava bianco e si dissolveva insieme alle fiamme sotto gli occhi di tanti cittadini e viaggiatori che sia dal passaggio sopraelevato sulla Circum che dalla stazione e sia dall’accesso di via Fucci si erano assiepati per accertarsi su quanto stesse accadendo.

Sul posto oltre alla Polizia Municipale e ai Vigili del Fuoco erano presenti anche i Carabinieri che adesso dovranno accertare le cause dell’incendio.

Filippo Raiola