La Nuova Scarlatti porta la “bella musica” in Cina. Il debutto il 9 novembre

Il 20 dicembre la partecipazione dell'Orchestra napoletana agli Oscar della Lirica di Hainan

513

Terminate le prove per i cinquanta professori della Nuova Orchestra Scarlatti, che si sdoppia ed è in partenza per la Cina nelle prossime ore. Folto il programma che vedrà impegnata la Nuova Scarlatti, fino al 3 gennaio: oltre trenta date con sei opere liriche e cinque concerti sinfonici. Sul palco le opere saranno rappresentate in contemporanea con il cartellone autunnale napoletano.

La tournée, che avrà inizio il 9 novembre con la Carmen di Bizet al Grand Theatre di Tianjin sotto la guida di Gianluca Martinenghi, proseguirà con un repertorio di opere liriche molto apprezzate dai cinesi dal Don Giovanni alla Bohème, passando per il Barbiere di Siviglia, la Traviata e Un ballo in maschera. Sul podio per dirigere i maestri dell’orchestra napoletana si alterneranno molti tra i più autorevoli e stimati direttori d’orchestra italiani.

Tra le date del tour di notevole importanza quella del 20 dicembre con la partecipazione della Nuova Scarlatti agli Oscar della Lirica di Hainan. Maria José Siri, Giovanna Casolla, John Osborne, Carlo Colombara, questi alcuni dei grandi nomi della musica che si esibiranno all’atteso appuntamento cinese.

Bianca Di Massa

Share