Volla, scenario politico ancora poco definito, piccole scosse e ancora un solo candidato

Ancora poco definito ma con piccole scosse che non vanno sicuramente a delimitare il panorama eppure portano a delle, seppur minime, variazioni

1293

Dimissioni, voci di probabili nomi di candidato a sindaco e un solo nome noto che concorrerà alle prossime elezioni. Al momento lo scenario politico nella cittadina vollese si presenta così. Ancora poco definito ma con piccole scosse che non vanno sicuramente a delimitare il panorama eppure portano a delle, seppur minime, variazioni.

Ivan Russo vollaNei giorni scorsi Ivan Russo, ormai ex capogruppo di ‘Cittadini per Volla’ ha presentato le sue dimissioni dalla lista civica. Russo, ha reso noto le sue ragioni attraverso una nota: “vedo protrarsi un istinto di conservazione e una mancanza di logica dello scenario della politica cittadina- afferma l’ex capogruppo- si assumono decisioni vitali per il futuro senza discussione, ci si estranea dal contesto politico e sociale per rinchiudersi in una nicchia sempre più ristretta e quindi sempre più povera di novità”. Comunicazione che ha concluso esprimendo la sua volontà nel non volersi escludere dallo scenario politico continuando a “mettersi a disposizione della città. Ciò che è stato raccolto fino ad ora – continua Russo-  ci offre l’immagine di un’attività amministrativa lenta e tentennante che non lascerebbe presupporre ad un movimento di crescita”.

A commentare l’accaduto è l’unico, al momento, candidato sindaco per le prossime elezioni, Giuseppe Annone: “Le sue distanze dai componenti della lista civica fanno riflettere tantissimo – commenta Annone – come ribadisco sin dall’inizio, il nostro intento è quello di mettere insieme uomini, a prescindere dal loro colore politico. Vogliamo portare avanti programmi e obiettivi precisi con l’intento di salvaguardare il bene comune. Al momento, stiamo dialogando anche con lo stesso Ivan Russo che sembra approvare questo tipo di discorso. Bisogna che non ci sia un solo uomo al comando ma che la condivisione sia il perno principale. Gli obiettivi scelti in precedenza non erano sicuramente protesi per il bene comune e la mancanza alla partecipazione di tutti è sicuramente stata una grossa difficoltà”.

Il candidato sindaco, diventa più critico invece per la questione illuminazione di via Palazziello: “C’è bisogno di impianto di nuova generazione il cui consumo sia adeguato e che non inquini – continua Giuseppe Annone – bisogna evitare che costi eccessivi vadano a ricadere sulle tasche dei cittadini. Sicuramente la mia attenzione è posta  anche sulla sicurezza stradale delle periferie, l’efficientamento e illuminazione di una parte di via Palazziello, ma deve essere fatta al meglio, evitando impianti fatiscenti che comporterebbero problematiche ai cittadini”.

Maria Rita Borruto