Castellammare, servizio antidroga dei carabinieri: arrestato pusher 28enne

Quattro gli assuntori di stupefacente segnalati alla Prefettura a cui sono stati sequestrati nel complesso 7 grammi di marijuana

0
1070

castellammareControlli e perquisizioni nel pomeriggio e nella notte che si sono concentrati nei rioni “Cicerone” e “CMI”. I carabinieri della Compagnia e della stazione di Castellammare di Stabia hanno effettuato una decina di perquisizioni domiciliari e personali, arrestando per detenzione di droga a fini di spaccio Amedeo Iaccarino, un 28enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, trovato durante perquisizione in possesso di 17 grammi di marijuana divisi in dosi. dopo le formalità è stato tradotto ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.




Quattro gli assuntori di stupefacente segnalati alla Prefettura a cui sono stati sequestrati nel complesso 7 grammi di marijuana. Controlli anche alla circolazione stradale, con contestazione di violazioni commesse da automobilisti alla guida di veicoli senza assicurazione, oppure sottoposti a sequestro amministrativo.

Nuovi controlli nelle prossime settimane

Da giorni, nei rioni più a rischio di Castellammare, si stanno concentrando gli sforzi delle forze dell’ordine per contrastare l’illegalità diffusa. In modo particolare, secondo le ultime indiscrezioni, la periferia Nord è quella che crea maggiori preoccupazioni: sia a Moscarella e Savorito, sia nel CMI, sono diversi i giovani che fanno uso di sostanze stupefacenti. Come testimoniano gli ultimi arresti, inoltre, è proprio in questi quartieri che si concentra particolarmente lo spaccio cittadino (oltre al Centro Antico che storicamente si occupa della vendita di droga).




Senza ombra di dubbio, nelle prossime settimane, ci saranno nuovi controlli nei quartieri a rischio per colpire l’economia dei clan operanti sul territorio, in modo particolare i Cesarano e i D’Alessandro. Quest’ultimi, secondo le ultime indagini, si sarebbero divisi il territorio di Castellammare.