Allarme sul monte Faito, residenti isolati: audizione urgente in Regione

"I roghi devastanti della scorsa estate, le frane di questi giorni, i crolli con detriti e fango che minacciano le abitazioni e lasciano isolati i residenti, hanno determinato un tale livello di pericolo che occorre assicurare il massimo sforzo"

734

Il Vicepresidente della Commissione Bilancio della Regione Campania, Alfonso Longobardi, ha rilasciato la seguente dichiarazione: «Dopo le richieste, sacrosante, dei Cittadini e dei residenti del Faito, d’intesa con i Presidenti di Commissione, i colleghi Francesco Picarone e Gennaro Oliviero, abbiamo deciso di convocare un’audizione congiunta urgente presso le Commissioni ‘Bilancio’ e ‘Ambiente’.




Le Commissioni congiunte si riuniranno mercoledì 22 novembre alle ore 11:00 presso la Sede del Consiglio Regionale della Campania. Ascolteremo le ragioni e le proposte degli operatori del Faito, della Città Metropolitana, dei Comuni di Castellammare di Stabia e Vico Equense, del Parco dei Monti Lattari, dei Comitati dei residenti. Sempre nell’audizione ascolteremo le direzioni generali regionali ‘Demanio e Patrimonio’, ‘Governo del territorio’ e ‘Difesa Suolo’.




In tal modo avremo un quadro completo delle azioni da attuare, ferma restando la stringente necessità di attuare un forte intervento anche da parte dello Stato centrale che deve assistere le popolazioni con tecnici, mezzi e risorse appropriate.

I roghi devastanti della scorsa estate, le frane di questi giorni, i crolli con detriti e fango che minacciano le abitazioni e lasciano isolati i residenti, hanno determinato un tale livello di pericolo che occorre assicurare il massimo sforzo istituzionale per tutelare la pubblica incolumità.




La Regione Campania continua a fare la propria parte ma è assolutamente indispensabile un coordinamento con tutti gli organismi istituzionali preposti così da garantire l’ulteriore e decisivo impiego di uomini, mezzi e risorse utili a difendere il territorio e metterlo in sicurezza.

Da settimane sto personalmente seguendo tutte le iniziative regionali utili ad assistere le popolazioni, ma è evidente che occorre un opportuno coordinamento istituzionale per garantire al meglio i Cittadini. Lo Stato centrale inoltre deve dichiarare lo stato di emergenza.




Proprio oggi i canali televisivi regionali e nazionali hanno mostrato con ampi servizi dei propri telegiornali la gravità della situazione che incombe sul Faito. Intere Comunità sono isolate e vivono la quotidianità in condizioni di grande emergenza e pericolo».



Share