A Trecase la magia del Natale in cartapesta

Un percorso che, nei quasi cento metri lungo i quali si sviluppa, disegna un mondo di fiaba all’interno del quale trova spazio e spunti la fantasia di ogni ragazzo

1229

Elementi architettonici dalle particolarissime forme, scansie che custodiscono oggetti di uso comune nelle famiglie di mezzo secolo fa. E poi, vischio, aghi di pino, fiocchi di neve, caminetti colorati dal rosso di fiamme virtuali, tavole imbandite e, alla fine, una “montagna” di doni scaricati dalla slitta di Santa Claus tirata dalle renne.




Tutto realizzato rigorosamente in cartapesta. Un universo di fiaba a cui ha messo mano il maestro nolano Giuseppe Todisco, vera e propria autorità mondiale in materia: alcuni dei più bei gigli di Nola sono opera della sua bottega, così come tante scenografie da film. Apre domani, a Trecase, all’interno di «Equestrian Vesuvio», struttura con scuola di equitazione riconosciuta dalla Fise (Federazione Italiana Sport Equestri) e dal CONI, immersa nel verde del Parco del Vesuvio, con ingresso a pochi passi dalla rotonda della «Panoramica» di Trecase, il «Magico mondo di Babbo Natale».

Un percorso che, nei quasi cento metri lungo i quali si sviluppa, disegna un mondo di fiaba all’interno del quale trova spazio e spunti la fantasia di ogni ragazzo. Visitabile dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 22 e sabato e domenica anche dalle 9.30 alle 13, il tour, che è stato pensato anche per le scuole, non si esaurisce in questa sorta di «favola del reale», nata da un’idea di Felicia Vicidomini e dei figli Umberto e Antonio Walter Casciello, ma continua nel museo, che conserva gli attrezzi e gli oggetti della cultura contadina del passato, nei laboratori didattici, nel percorso degli odori e nel «Pinus Lab», uno spazio in cui si impara a fare e cuocere il pane, a produrre formaggi e mozzarelle, a fare la pasta.




Alla fine della visita, i ragazzi che lo vorranno, potranno scrivere una lettera a Babbo Natale al quale diranno delle loro speranze e dei loro desideri. Una cassetta postale, sempre di cartapesta, le riceverà e le custodirà sino alla chiusura della manifestazione.

Romilda Barbato



Share