Presentato a Napoli lo Sportello per le Agevolazioni Finanziarie per le imprese

Sono intervenuti, oltre al Presidente Confesercenti Interprovinciale (Napoli, Benevento e Avellino) Vincenzo Schiavo, l'Assessore al commercio e alle attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini

0
389

E’ stato presentato questa mattina, presso la sede di Napoli di Confesercenti, lo “Sportello per le Agevolazioni Finanziarie” per aziende e start up. Attraverso questo strumento la Confesercenti potrà informare, aiutare e supportare i propri associati con riferimento agli incentivi disponibili per le aziende e per le start up messi a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico, da Invitalia, dalla Regione Campania e dal Comune di Napoli.




Sono intervenuti, oltre al Presidente Confesercenti Interprovinciale (Napoli, Benevento e Avellino) Vincenzo Schiavo, l’Assessore al commercio e alle attività produttive del Comune di Napoli Enrico Panini, la Presidente dell’Unione Giovani Dottori Commercialisti di Napoli Maria Caputo, Paola Console, Esperta in Fondi Strutturali e Pasquale Limatola, Direttore di Confesercenti Napoli.

Ad illustrare l’importante novità innanzitutto il presidente di Vincenzo Schiavo: «Confesercenti è vicina alle imprese sempre e l’apertura di uno sportello per le Agevolazioni Finanziarie per aziende e start up ne è l’ennesima dimostrazione. Sono in arrivo fondi per le imprese da parte del Comune, della Regione e del Ministero dello Sviluppo Economico. Attraverso il neonato sportello – ha spiegato il presidente – abbiamo messo a disposizione le competenze dei giovani commercialisti, la cui associazione ci affianca nel progetto. Lo sportello Confesercenti sarà catalizzatore rispetto alle esigenze delle imprese e sarà l’interfaccia verso le istituzioni. Stiamo chiedendo alle istituzioni indicazioni precise su come accedere ai fondi. Informazioni che trasferiremo ai nostri associati, agli imprenditori a chi lavora tutti i giorni sul territorio.




La missione è quella di favorire l’opportunità di spendere, nel modo giusto ed equo, i soldi che le istituzioni hanno in pancia, cosa che troppe volte in passato non è accaduta. Se le istituzioni hanno la possibilità di darci un contributo è questo contributo non viene erogato è colpa di tutti. È una partita che dobbiamo vincere. Noi ci siamo. Chiediamo alle istituzioni – ha concluso Schiavo – di stare ancor di più al nostro fianco. Dobbiamo farlo insieme. È una sfida che riguarda tutti».

Alla conferenza ha partecipato anche l’Assessore al commercio del Comune di Napoli Enrico Panini: «Ci saranno 7 milioni di euro a disposizione delle attività commerciali e delle attività produttive oltre ai fondi previsti all’interno del programma operativo nazionale plurifondo Città metropolitane 2014‐2020, il Pon Metro, e del “Patto per Napoli”. Risorse importanti e significative a nostro avviso in grado di poter cambiare il volto di questa città verso i cittadini, verso un consumo consapevole, verso una prospettiva di ripresa di cui tanto c’è bisogno. La creazione di uno sportello ad hoc voluto da Confesercenti – ha aggiunto l’assessore – è un’iniziativa importante perché lascia meno soli gli imprenditori mettendoli nelle condizioni di fare i conti con flussi diversi di risorse.




Vorrei sottolineare il ruolo di un’associazione prestigiosa come Confesercenti che in questo modo afferma una posizione leader nel settore del commercio della nostra città e tutto questo alla vigilia di un bando del Comune di Napoli che metterà a disposizione di commercio e artigianato una somma importante per consentire alle imprese di fare i conti con un’uscita dalla crisi che ancora non si intravede ma che ha bisogno di essere raggiunta il più rapidamente possibile».

Infine Pasquale Limatola, Direttore Generale di Confesercenti Napoli, ha spiegato i dettagli del funzionamento dello Sportello. «Ogni lunedì, dalle 10 alle 13, presso gli uffici della Confesercenti in via Toledo 148, i professionisti di Confesercenti e dell’Unione Giovani Commercialisti di Napoli, presieduta dalla dottoressa Maria Caputo, daranno suggerimenti agli imprenditori che vorranno avviare programmi di investimento con l’ausilio della finanza pubblica. Abbiamo istituito, inoltre, un tavolo tecnico permanente che si interfaccerà con le istituzioni nella fase di programmazione e ausilio nella stesura dei bandi in modi da valorizzare le esigenze operative degli imprenditori unitamente alle esigenze tecniche».