Blitz della polizia ai Quartieri Spagnoli: effettuate centinaia di perquisizioni

Nel corso dell’operazione sono state ben 120 le persone controllate, di cui 74 sono risultate pregiudicate. Nel contempo i poliziotti hanno effettuato accertamenti accurati anche su 35 veicoli

609

Gli agenti del Commissariato di Polizia “Montecalvario”, con il supporto di più pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato dei servizi straordinari di controllo del territorio ai Quartieri Spagnoli.

Dopo gli ultimi episodi criminosi, avvenuti proprio nel dedalo di viuzze dei Quartieri Spagnoli, infatti, si è resa necessaria un’azione incisiva della Polizia di Stato che ha portato ai seguenti risultati: un 15enne, figlio di un pregiudicato della zona, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con lama autobloccante, della lunghezza di 20 centimetri, motivo per cui è stato denunciato, in stato di libertà, L.G., un 47enne che registra vecchi precedenti di Polizia, invece, è stato trovato in possesso di 39 cartucce calibro 9 GFL, motivo per cui è stato denunciato, in stato di libertà, per il reato di detenzione abusiva di munizionamento.




Nel corso dell’operazione sono state ben 120 le persone controllate, di cui 74 sono risultate pregiudicate. Nel contempo i poliziotti hanno effettuato accertamenti accurati anche su 35 veicoli. Effettuate perquisizioni nelle abitazioni di 31 pregiudicati, sottoposti a misure restrittive della libertà personale, uno dei quali, trovato in possesso di una dose di stupefacente, è stato segnalato all’Autorità competente. Non si abbassa il livello di guardia delle forze dell’ordine sul territorio dopo la nuova ondata di violenza che si è abbattuta su Napoli e l’hinterland.

Le uniformi di Stato starebbero svolgendo un ottimo lavoro preventivo – repressivo anche per garantire sicurezza a cittadini e turisti nell’ormai prossimo periodo di Natale. Fondamentale appare la collaborazione attiva con le istituzioni della Società Civile : in tal senso le autorità invitano a denunciare prontamente qualsiasi anomalia registrata sul territorio riconducibile al crimine organizzato al fine di sgretolare il muro di omertà che in molti casi ancora protegge apicali esponenti del sistema.

Alfonso Maria Liguori



Condividi
PrecedenteTorre Annunziata, l’appello della vedova Veropalumbo: “Chi sa, parli. Dio perdona”
SuccessivoLite familiare, uccide un 38enne: arrestato a Napoli Francesco Valentinelli
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.