Castellammare, nasce “Noi con Salvini”. Tito: “Saremo il baluardo del centrodestra”

"Adesso bisogna alzare l’asticella del confronto per costruire un centrodestra solido, basato sui programmi e non sui nomi di grido"

882

salviniNasce il coordinamento di “Noi con Salvini” a Castellammare. La guida del partito è affidata a Giovanni Tito, indicato dal gruppo di iscritti alla presenza del coordinatore provinciale Biagio Sequino. Ieri sera è stata infatti ratificata la nomina del nuovo coordinatore cittadino di “Noi con Salvini”, nei prossimi giorni saranno ufficializzate le altre nomine a completamento dell’organizzazione.




Le parole di Giovanni Tito

“Nei prossimi giorni saremo già impegnati nel costruire il polo sovranista di Castellammare, nell’ambito di un confronti proficuo con gli alleati – queste le prime parole del coordinatore cittadino Giovanni Tito – L’obiettivo è quello di aprire un confronto nel centrodestra, dopo anni di silenzi. Noi siamo pronti a confrontarci sui programmi e sull’idea di città che abbiamo, evitando programmi raffazzonati a ridosso delle elezioni. Adesso bisogna alzare l’asticella del confronto per costruire un centrodestra solido, basato sui programmi e non sui nomi di grido o vecchi professionisti della politica a caccia solo di vantaggi personali.

Saremo il baluardo del centrodestra, affinché non finisca nelle mani di chi nel recente passato ha governato con chi è lontano anni luce dalle nostre posizioni. E faremo da scudo a chi ha intenzione di utilizzare il nostro movimento come un mezzo per cancellare gli errori politici del passato”.




La soddisfazione di Biagio Sequino

“Annuncio con grande soddisfazione la nascita del movimento a Castellammare – dice il coordinatore provinciale Biagio Sequino – Da questo momento “Noi con Salvini” avrà in città un folto gruppo di attivisti a cui il cooordinamento provinciale dà piena fiducia e autonomia, condividendo le battaglie che il movimento intende portare avanti a livello nazionale e locale. Come coordinamento provinciale cercheremo di portare all’attenzione del nostro Capitano, Matteo Salvini, i problemi che vive il territorio stabiese. In particolare parliamo di temi importanti come Terme e Fincantieri, per cui intendiamo interessare i vertici nazionali”.