La Juve Stabia batte l’Andria e si regala un Natale nei playoff

Canotto, Paponi e SImeri stendono la Fidelis Andria con un secco 3-0

0
516

Prima giornata di ritorno del campionato di Serie C con la Juve Stabia che sfida al Romeo Menti di Castellammare la FIdelis Andria. Le vespe, dopo la vittoria di venerdì scorso contro la Reggina, sono chiamate a ripetersi in un match fondamentale in chiave playoff. Cornice di pubblico non all’altezza della piazza stabiese: pochissimi i tifosi presenti complice anche il clima di festa natalizio. Paponi dal 1’ in campo mentre Simeri, non apparso in grandissima forma nelle ultime gare, che si accomoda in panchina.

PRIMO TEMPO

Si parte con la Juve Stabia che nella prima frazione attacca da sinistra verso destra, verso la Curva Sud. Inizio di gara tutto a marca gialloblè che fin da subito hanno provato a fare propria la partita cercando di mettere in difficoltà la Fidelis Andria. Prima vera occasione al 9’: gran palla di Viola per Canotto che entra in area completamente solo; prova il tiro ma Maurantonio devia in angolo. Passano 5’ e la Juve Stabia è andata vicina al vantaggio: Strefezza entra in aerea e serve Paponi che tira a colpo sicuro: Maurantonio si supera e mette in angolo. Al 18’, però, la squadra allenata da mister Caserta riesce a portarsi in vantaggio: Morero trova Canotto solo in aerea che insacca alla destra di Maurantonio. Vantaggio meritato. La reazione dell’Andria non arriva se non al 35’ quando un errore difensivo della Juve Stabia lascia solo in aerea Scaringella che dal dischetto di rigore non trova lo specchio della porta. L’unico brivido per Branduani nella prima fazione che si conclude dopo due minuti di recupera ordinati dal direttore di gara. Nel primo tempo solo la Juve Stabia.

SECONDO TEMPO

Parte forte la Juve Stabia che tenta subito di chiudere la gara. Strefezza ruba palla al limite della propria aerea e fa partire il contropiede. Le vespe trovano il gol ma Mastalli serve Lisi in netta posizione di fuorigioco. Spreca una ghiottissima occasione. Al 7’ nuovo contropiede delle vespe con Canotto (devastante quest’oggi) che serve Paponi. Quest’ultima, da ottima posizione, si lascia ipnotizzare da Maurantonio che salva ancora la sua porta. Grande azione delle vespe al 16’ con Strefezza che serve Canotta in aerea; prova a saltare il portiere pugliese ma viene atterrato. Calcio di rigore: Paponi dal dischetto non sbaglia: 2-0 per le vespe. La gara si trascina senza grosse difficoltà per la Juve Stabia che difende con ordine gli attacchi dell’Andria. Unica vera occasione al 28’ con Nadarevic che si accentra e prova il tiro che finisce di poco fuori dallo specchio. Contropiede delle vespe al 33’ con Lisi che serve solo in aerea Simeri che non sbaglia: 3-0 per la Juve Stabia. Al 49’ l’arbitro Mantelli fischia la fine: le vespe volano al quinto posto in classifica e si regalano un Natale nei playoff.

TABELLINO

Juve Stabia (4-2-3-1): Branduani, Nava, Morero, Bachini, Crialese, Viola, Mastalli, Canotto (Allievi, 29’), Strefezza (Costantini, 37’), Lisi (Capece, 37’), Paponi (Simeri, 19’)
Andria (3-4-3): Maurantonio, Celli, Quinto (Minicucci, 29’), Rada, De Giorgi, Esposito (Paolillo, 39’), Piccinni (Ippelico, 39’), Curcio, Nadarevic (Di Cosmo, 39’), Lattanzio, Scaringella (Croce, 29’)
Arbitro: Mantelli di Brescia coadiuvato da Rabotti (Roma 2) e da Dell’Università (Aprilia)
Corner: Juve Stabia 6, Andria 2
Ammoniti: Strefezza (JS), Piccinni (A), Esposito (A), De Giorgi (A)