Marito, moglie e 900 botti pericolosi in casa: blitz ad Acerra

Dopo le formalità sono stati tradotti ai domiciliari. Il materiale sequestrato è stato affidato a un deposito giudiziario in attesa della distruzione

0
444

Nel corso di servizi a ridosso delle festività natalizie per perseguire la detenzione e la vendita illegali di fuochi d’artificio, i carabinieri della tenenza di Casalnuovo di Napoli e della stazione di Pomigliano D’Arco hanno arrestato 2 conviventi di Acerra.




Si tratta di Alfonso Aarago, 33enne e Maria Rosaria Vangone, 28enne, sorpresi durante perquisizione domiciliare in possesso di 900 fuochi pirotecnici, alcuni dei quali artigianali; 360 kg il peso totale degli ordigni sequestrati.

I 2 dovranno rispondere di detenzione abusiva di materiale esplodente. Dopo le formalità sono stati tradotti ai domiciliari. Il materiale sequestrato è stato affidato a un deposito giudiziario in attesa della distruzione.