Cava de’ Tirreni: vietati botti e bevande alcoliche per un Capodanno sicuro

Per i trasgressori sono previste ammende da 100 a 500 euro

0
654

cava de tirreni comuneCon l’Ordinanza sindacale n° 564, è vietato su tutto il territorio comunale e in particolare nel centro storico, nei luoghi pubblici e, a salvaguardia della pubblica incolumità, in quelli privati, far esplodere petardi, mortaretti, e botti di qualsiasi tipologia, ad eccezione dei giorni del 31 dicembre e 1 gennaio 2018. È inoltre vietata la vendita o la cessione a terzi a qualsiasi titolo, fino a tutto il 1° gennaio prossimo, la vendita di ogni tipo di fuoco d’artificio ascrivibile alla categorie 2 e 3 dei cosiddetti  “fuochi di libera vendita o declassificati”, esclusi i petardini da ballo.

Con Ordinanza sindacale n° 565, dalle ore 12.00 del giorno 31 dicembre alle ore 6.00 dell’1 gennaio 2018  e dalle ore 12.00 del 5 gennaio alle ore 6.00 del 6 gennaio 2018, è fatto assoluto divieto su tutto il territorio comunale di vendere per asporto bevande sia alcoliche che analcoliche contenute in bottiglie e bicchieri di vetro, lattine ed altri contenitori similari, prescrivendo che le bevande dovranno essere consumate all’esterno dei locali solo in bicchieri di plastica che dovranno essere smaltiti in appositi contenitori messi a disposizione dai titolari dei pubblici esercizi o delle attività di vendita.

Per i trasgressori sono previste ammende da 100 a 500 euro; da 50 a 500 euro per gli esercenti che non espongono in maniera ben visibile l’avviso all’utenza di divieto di vendita come prescritto.