Casola di Napoli: grande successo per l’evento “Lo Sport che unisce”

Presenti come giocatori del Team del Cuore il sindaco Peccerillo e tutti gli altri amministratori locali senza distinzioni di bandiere, nonché l'onorevole Gioacchino Alfano

0
1314

Si è concluso al meglio l’evento di promozione sportiva e sociale “Lo sport che unisce”, organizzato presso il campo di calcio a 11 gestito dalla scuola calcio Virtus Junior Napoli. L’evento è stato patrocinato dal Comune di Casola di Napoli e dalla Pro Loco e ha visto partecipanti tra gli organizzatori gli assessori Sabatino Anna e Chirico Rachele.




Presenti come giocatori del Team del Cuore il sindaco Peccerillo e tutti gli altri amministratori locali senza distinzioni di bandiere, nonché l’onorevole Gioacchino Alfano, sottosegretario di stato alla difesa. L’associazione Abili alla vita, diretta dal presidente dott. Santarpia Pasquale e dal vice presidente Attruia Tino, ha organizzato l’evento dando rilevanza alla raccolta fondi da destinare alla casa famiglia presente sul territorio casolese.

Nel campo di Casola di Napoli si è vista inoltre la presenza e la partecipazione di:
Scarica Alfonso, responsabile Scouting per il centro-sud Italia del US Sassuolo calcio e allenatore UEFA B. Ippolito Andrea, direttore responsabile della prima squadra della Virtus Junior Napoli, insieme al fisioterapista Di Ruocco Vincenzo (UEFA B) e Manfredonia Ciro come allenatori. Matarese Pasquale (UEFA A) direttore scuola calcio della Virtus Junior Napoli, Porzio Antonio (UEFA B) e il presidente Fontanella Gennaro.




La San Domenico team, società come sempre impegnata nella diffusione della cultura sportiva e nell’educazione allo sport. Il presidente della cooperativa Rugiada Langellotti Marianna. Il presidente Dottore Passaro Vincenzo dell’associazione Attori per amore.
Il vice sindaco del comune di Lettere Gerardo Vuolo, già allenatore dell’ A.S. Lettere, in quest’occasione mister del TEAM DEL CUORE. Martone Alfio alla fotografia, Guida Michele alla macchina da presa e Cervino Francesco al microfono.

“Lo sport rimane un veicolo comunicativo fondamentale per l’acquisizione di competenze che favoriscono lo sviluppo della personalità dell’individuo. “Lo Sport che unisce”
può trasmettere alla comunità concetti importanti quali: aggregazione, socializzazione, unione, rispetto, passione, recupero sociale, lotta all’emarginazione, benessere, prevenzione delle forme di discriminazione sociale, etc.

Ma l’aggregazione dei bambini all’interno dei gruppi sportivi, come la socializzazione degli adulti e la diffusione del benessere psico-fisico della persona e della collettività, possono avvenire solo ed esclusivamente attraverso l’unione d’intenti e il rispetto, non solo di tutti gli operatori del settore sportivo, ma anche degli enti che partecipano direttamente o indirettamente alla vita sportivo-culturale e sociale di un paese”. Cosi ha introdotto Ippolito Andrea direttore e coordinatore della prima squadra di Casola di Napoli e presidente della San Domenico Team.