Sant’Agnello, giovane indiano trovato morto in strada: si pensa ad un malore

Dopo il caso di Castellammare della scorsa settimana, un uomo senza fissa dimora è stato trovato morto in una piccola stradine di Sant’Agnello

990

Prima Castellammare, poi Sant’Agnello. Due città distanti pochi km ma accomunate da un evento simile: la morte di un uomo senza fissa dimora. Nella mattinata odierna, in via Nastro Azzurro, nel Comune costiero a pochi passi da Piano di Sorrento, un cittadino indiano, di circa 30 anni, è stato trovato morto ai bordi della strada. Inutile la richiesta d’aiuto al vicino ospedale di Sorrento: il giovane era già senza vita. Probabilmente è stato colto da un malore alle prime luci dell’alba perdendo i sensi mentre camminava per strada.

Il ragazzo era molto conosciuto negli ambienti costieri: non aveva una dimora fissa ma era ben voluto da tutti perché sempre pronto ad aiutare. Svolgeva diversi tipi di lavoro, molti dei quali occasionali. Sono stati allertati, comunque, anche i carabinieri della locale stazione che hanno avvertito la Procura di Torre Annunziata. Probabilmente sarà aperta un’inchiesta sulla morte del giovane ed è stata anche programmata l’autopsia nei prossimi giorni.

Il 31 dicembre un caso simile a Castellammare

Solamente cinque giorni fa, a Castellammare, nella zona della Panoramica, venne ritrovato morto un altro 30enne senza fissa dimora. A causare la sua morte, però, sarebbe stato l’eccessiva assunzione di sostanze alcoliche che gli hanno causato un malore. La scoperta venne fatta il 31 dicembre all’alba da alcuni automobilisti che si insospettirono del corpo ai bordi del marciapiede. Dopo l’autopsia disposta dalla Procura di Torre Annunziata è stato possibile scoprire le cause della morte. Due destini simili per due immigrati senza fissa dimora nel comprensorio stabiese a pochi giorni di distanza: il nuovo anno inizia non nel migliore dei modi.