Torre Annunziata, crocevia della droga: sequestri di marijuana e cocaina

Tra le ultime operazioni dei militari, l'arresto di un 61enne di Trecase. Fermato ad un posto di blocco per una manovra azzardata, l'uomo si era finto di ritorno da un viaggio di lavoro in Olanda

0
2150

carabinieri droga marijuana cocaina torre annunziataDiciassette arresti in flagranza, 26 chili di marijuana, per un valore di circa 200 mila euro, e 506 grammi di cocaina, per circa 35mila euro. Sono i numeri dell’attività di contrasto allo spaccio di sostanza stupefacente messa a punto dai Carabinieri della compagnia oplontina tra novembre e dicembre 2017.






Torre Annunziata, Boscoreale, Poggiomarino, Terzigno ed Ottaviano sono stati i comuni maggiormente coinvolti ed interessati alle attività di contrasto.

L’ultimo arresto è stato eseguito nella serata del 9 gennaio 2018, ad Ottaviano. E’ finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di 420 grammi di cocaina il pregiudicato Angelo Oppio, 55enne originario della città oplontina e residente a Boscoreale. L’uomo è stato bloccato a bordo della propria auto e sottoposto a perquisizione personale e del veicolo, dove è stata trovata droga.




Tra le ultime operazioni dei militari, l’arresto di un 61enne di Trecase. Fermato ad un posto di blocco per una manovra azzardata, l’uomo si era finto di ritorno da un viaggio di lavoro in Olanda. Insospettiti dalla quantità di scatole di vino e champagne presenti nell’auto, i carabinieri avevano deciso di perquisire l’interno della vettura. Poi la scoperta. I cartoni erano vuoti. Coprivano due nascondigli che si aprivano e chiudevano con un sistema ingegnosissimo: chiave inserita e girata, luci accese, retromarcia inserita e telecomando. Con quest’ultimo si dava il via a due motorini elettrici saldati a bella posta che girando svitavano le viti fissate nei finti pavimenti. All’interno ben 8 chili di cocaina purissima, da cui gli spacciatori avrebbero potuto ricavare circa 30mila dosi.

Roberta Miele