Gragnano, la città pronta ad accogliere il liceo classico. Longobardi: “Un grande risultato”

Ad annunciarlo è il consigliere regionale Alfonso Longobardi che si è battuto in prima persona per il raggiungimento di questo obiettivo

1151

longobardi-regioneGragnano è pronta ad accogliere il liceo classico. Ad annunciarlo è il consigliere regionale Alfonso Longobardi che si è battuto in prima persona per il raggiungimento di questo obiettivo. “Nei giorni scorsi presso gli uffici preposti della Regione Campania e della Città Metropolitana ho verificato il raggiungimento di un nuovo importantissimo obiettivo – spiega -: l’ampliamento dell’offerta scolastica con l’attivazione di nuovi percorsi di studio per i nostri alunni e per il territorio. In particolare presso l’Istituto “Don Lorenzo Milani” di Gragnano verrà attivato il nuovo indirizzo di studio del liceo classico”.

“E’ una notizia bellissima che arricchisce ed amplia nell’area dei Monti Lattari l’offerta formativa agli studenti. In tal modo veniamo incontro alle numerose richieste di docenti, familiari e studenti che chiedevano da tempo l’attivazione del nuovo indirizzo di studio per la scuola superiore. Proprio in queste settimane, presso l’Istituto Don Milani di Gragnano, sono in via di completamento gli importanti lavori di ammodernamento per i quali in Regione Campania nel 2016 feci sbloccare il finanziamento di 443.167,66 Euro, risorse necessarie per completare le opere di ristrutturazione” continua Longobardi.

“Ancora una volta in Regione Campania abbiamo assicurato una azione tempestiva e concreta per venire incontro alle istanze dei cittadini, degli studenti e del territorio. I lavori sul Don Milani di Gragnano riguardano la messa in sicurezza del nuovo ingresso al plesso scolastico, l’implementazione dell’auditorium e la sostituzione di tutti gli infissi delle 50 aule che ospitano la sede centrale a Gragnano, frequentata da oltre mille ragazzi. Entro inizio marzo organizzeremo un incontro pubblico proprio presso il Don Milani per festeggiare i traguardi raggiunti e gli impegni assunti con il mondo della scuola, i giovani ed i cittadini. Al fianco dei più giovani, delle famiglie e della scuola: avanti tutta, insieme” conclude.