Il Napoli con un gol per tempo regola un Benevento molto grintoso versione “Forche Caudine” che onora lo sport vero ed un campionato opacizzato dai “patti di Sindacato” di Confindustria memoria di cui si è avuta qualche percezione oggi pomeriggio allo Juventus Stadium.

Non benissimo la difesa, spesso con la linea bassa anche per la prova insufficiente di Jorginho che condizionato dalla diffida contrasta male e poco e sbaglia tanti passaggi e che meritava la sostituzione molto prima. Bene Allan che cresce alla distanza con il solito generoso pressing.

Un acuto di Insigne (una perla il pallonetto con sfortunata traversa) che però soffre molto la marcatura asfissiante di Letizia. Hamsik pareggia il conto delle occasioni segnando dopo aver mancato un gol facile. Callejon al solito prezioso nell’aiuto ad Hysaj sfiora il gol nel finale e fornisce un assist pulito per il gol del raddoppio.

Magico Mertens, sterza in area dribblando l’avversario, cerca il gol e lo trova con uno splendido pallonetto che sblocca la partita.

L’unica nota stonata per gli azzurri l’infortunio alla caviglia per Mertens, uscito dal campo malconcio anche se sulle sue gambe.

Enzo Cuomo