Castellammare, blitz notturno per le firme: il sindaco Antonio Pannullo a casa

Eutalia Esposito, Salvatore Ercolano, Tina Donnarumma, Antonio Alfano, Nino Giordano, Angela Duilio hanno firmato la condanna di Pannullo

3442

E’ ufficialmente finita l’esperienza amministrativa di Antonio Pannullo, fino a qualche ora fa sindaco di Castellammare. Le firme per la sfiducia al primo cittadino sono arrivate questa sera, davanti ad un notaio. La città stabiese si ritrova senza un’amministrazione dopo un anno e mezzo dalle ultime votazione dove il Pd riuscì a battere al ballottaggio Forza Italia, con il suo candidato Gaetano Cimmino.




A firmare la resa di Pannullo sono stati i membri dell’opposizione in compagnia dei quattro consiglieri di Area Civica: Nino Giordano, Angela Duilio, Eutalia Esposito e Salvatore Ercolano. In più si sono aggiunti anche Tina Donnarumma e Antonio Alfano. L’equilibrio politico dell’amministrazione comunale si era rotto del tutto alcuni giorni fa dopo la revoca delle deleghe all’assessore Casimiro Donnarumma.




Il regista delle operazioni, secondo i primi rumors, sarebbe stato Nello Di Nardo. L’ex leader di Italia dei Valori avrebbe lavorato in segreto per concretizzare la sfiducia. L’ex sindaco di Castellammare è ancora rinchiuso nella sua stanza, in compagnia dei suoi ultimi fedelissimi. “Pago per la mia schiena dritta. Pago per aver alzato il tiro su alcuni temi scottanti. Pago per aver fatto il mio dovere senza contrabbandare poltrone. Non cedo ai ricatti: la mia dignità non ha prezzo” ha spiegato l’ormai ex primo cittadino stabiese.



Share