Giornata contro il bullismo ad Ercolano, Fiengo: “Ragazzi, imparate ad amare non odiare”

"La società dovrebbe prestare maggiore attenzione a certe miserabili spettacoli non sottovalutando l’impatto che certe immagini possono avere sulle nuove leve"

433

“ In occasione della giornata nazionale contro il bullismo lancio un appello ai più giovani : ragazzi imparate ad amare non odiare, il bullo è solo un vigliacco”: queste le parole del vice sindaco di Ercolano Luigi Fiengo che ha voluto in questa giornata di sensibilizzazione nazionale sul delicato tema ribadire ancora una volta quanto fasulla sia la pseudo forza di chi crede di poter prevaricare il prossimo.




“ A scuola, – ha precisato Fiengo- nel lavoro, nella vita in genere assume atteggiamenti dispotici e violenti il più debole, colui che non riesce con modi civili a esprimere le proprie idee, a confrontare se stesso con il mondo esterno. Non c’è soddisfazione più grande dell’aiutare un compagno in difficoltà, dell’offrire il proprio umile contributo a chi magari attraversa un periodo difficile sotto il profilo fisico o psicologico. A noi il delicato compito di fungere da esempio positivo per le nuove leve : non possiamo infatti pretendere di educare al rispetto per il prossimo i più giovani quando per primi manchiamo di buon senso e autocontrollo.

Sovente i media ci presentano scene violente all’interno di programmi o talk show che da interessanti dibattiti si trasformano vergognosamente in teatro di scontri verbali e fisici : credo che in tal senso la società dovrebbe prestare maggiore attenzione a certe miserabili spettacoli non sottovalutando l’impatto che certe immagini possono avere sulle nuove leve”. Ex agonista nelle arti marziali e professionista ercolanese DOC il vice sindaco di Ercolano Luigi Fiengo rappresenta l’esempio positivo di chi , affermatosi nello sport e negli studi , ha sempre mantenuto un legame profondo con i propri luoghi d’origine.




Definito ormai il “politico del fare” Fiengo ha sempre rivolto particolare attenzione alle fasce più esposte della comunità con particolare riferimento ai giovani : “ Nella formazione qualitativa – ha concluso Fiengo – dei nostri ragazzi l’Istituzione Scuola gioca un ruolo fondamentale. Determinante il rapporto tra alunni, genitori , insegnanti e dirigenti scolastici, una sinergia costante finalizzata al solo benessere di chi erediterà questo territorio.

Lo sport può molto : attraverso la pratica corretta delle arti marziali è possibile acquisire equilibrio interiore e capacità d’interazione con chi ci vive accanto. Nulla a che fare con la violenza di chi si illude di imporsi sull’altro senza accorgersi di essere solo un perdente. Nel rispetto dei ruoli e delle competenze specifiche vigileremo sempre con attenzione perché resti alta la guardia su un tema sociale delicatissimo che compromette la serenità , oltre che dei ragazzi, di migliaia di famiglie”. In sintesi : il vice sindaco di Ercolano Luigi Fiengo ancora una volta contro la violenza in difesa del diritto alla qualità d’esistenza dei giovani.

Alfonso Maria Liguori



Condividi
PrecedenteLa rivoluzione del Sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano: “Aprire le caserme di Napoli per creare lavoro”
SuccessivoBoscoreale, Carnevale: vietata la vendita di uova, farina, agrumi e schiume in bombolette spray
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.