Choc in provincia di Napoli: importuna una ragazza ed accoltella il fidanzato

I due avevano preso a litigare a pugni ma erano stati separati. Il 18enne aveva preso dei pugni in faccia, subito dopo aveva scoperto che anche la ragazza era stata colpita

0
580

I Carabinieri della Stazione di Acerra hanno tratto in arresto un 16enne di Afragola incensurato. È ritenuto responsabile del tentato omicidio a coltellate di un 18enne. I militari dell’Arma hanno accertato che nel corso della serata di ieri, mentre si trovava in un pub di Afragola sul viale Sant’Antonio era successo quanto segue.




Il 18enne era andato al pub con la ragazza. A un certo punto si era allontanato un attimo. Tornando aveva trovato vicino alla giovane il 16enne, che si era avvicinato. I due avevano preso a litigare a pugni ma erano stati separati. Il 18enne aveva preso dei pugni in faccia, subito dopo aveva scoperto che anche la ragazza era stata colpita. A quel punto aveva preso a cercare il 16enne ma quest’ultimo si era impossessato di un coltello del pub e il 18enne, vista la situazione, era scappato fuori dal pub.




All’esterno il 18enne era inciampato e caduto e il 16enne lo aveva raggiunto e gli aveva sferrato un fendente al sopracciglio. Il 18enne è stato portato e ricoverato alla clinica villa dei fiori di acerra per la ferita al sopracciglio e il naso rotto. I medici gli hanno diagnosticato 30 giorni di guarigione. Il 16enne è stato poi trovato a casa. Anche lui nella lite si era procurato un taglio a un sopracciglio che nel frattempo si era fatto refertare all’ospedale di frattamaggiore dicendo che era caduto.



Condividi
PrecedenteGiovani sorpresi in possesso di coltelli e tirapugni: denunciati a Napoli
SuccessivoCastellammare, futuro Fincantieri incerto: operai stabiesi in sciopero
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.