Giovani sorpresi in possesso di coltelli e tirapugni: denunciati a Napoli

Identificati 83 minor durante i servizi, 18 dei quali riaffidati a genitori. Controllati 16 mezzi e sottoposti a sequestro o a fermo amministrativo 5 scooter

369

Napoli, centro storico: controlli dei carabinieri contro violenza minorile. Giovani sorpresi in possesso di coltelli e tirapugni in piazza Vittoria e a piazza del Gesù. Controlli dei carabinieri della Compagnia Napoli Centro nel centro storico per la prevenzione della violenza minorile effettuati insieme a colleghi del Reggimento Campania e Compagnia Speciale.




Identificati 83 minor durante i servizi, 18 dei quali riaffidati a genitori. Controllati 16 mezzi e sottoposti a sequestro o a fermo amministrativo 5 scooter per mancanza di copertura assicurativa o per guida senza casco. Un 16enne del Parco Verde di Caivano è stato sorpreso ad aggirarsi per piazza Vittoria con un coltello a serramanico nella tasca del giubbotto. il giovane è stato denunciato per porto abusivo di arma bianca. In piazza del Gesù sono stati invece sottoposti a controlli e denunciati due giovani di aversa di 18 e 20 anni. il 18enne aveva nelle tasche un coltello a serramanico e un tirapugni, quello di 20 un coltello a farfalla.




Napoli e l’ hinterland identificate ormai come realtà dove scontrarsi con ogni oggetto contundente possibile pur di affermare la propria superiorità nel branco, di rapinare coetanei per pochi spiccioli o il cellulare. Le forze dell’ordine fanno quello che possono per arginare l’ondata di violenza giovanile che ha travolto il territorio : tuttavia senza adeguate campagne di sensibilizzazione, adeguata scolarizzazione, occupazione i risultati nella lotta alla sub cultura camorristica saranno sempre insoddisfacenti. Un particolare questo che ad oggi evidentemente non ha ancora scosso le coscienze di chi ci governa : ci chiediamo interdetti quante tragedie annunciate debbano verificarsi perché si decida concretamente di correre ai ripari a livello istituzionale.

Alfonso Maria Liguori



Condividi
PrecedentePetardo contro un bis di tifosi della Lazio: arrestato 40enne a Napoli
SuccessivoChoc in provincia di Napoli: importuna una ragazza ed accoltella il fidanzato
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.