Coltello e droga, denunciati giovanissimi a San Giorgio a Cremano

Erano trascorse da poco le 20.00 quando i poliziotti, a bordo della volante, transitando in Via Gramsci, hanno notato il gruppetto ragazzi

0
328

Continuano incessanti i controlli della Polizia di Stato nell’ambito del progetto “Sicurezza giovani”, volto alla prevenzione e controllo del fenomeno della violenza giovanile. Ieri sera a San Giorgio a Cremano, via Gramsci, i poliziotti impegnati nel controllo del territorio hanno denunciato in stato di libertà C.M., 18enne napoletano, e due minori, rispettivamente di quindici e sedici anni, tutti sangiorgesi, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, e il solo 15enne anche per porto abusivo di armi da taglio, nella fattispecie coltello tipo butterfly di lunghezza totale cm 23 con lama cm.10.




Erano trascorse da poco le 20.00 quando i poliziotti, a bordo della volante, transitando in Via Gramsci, hanno notato il gruppetto ragazzi, all’intersezione con Cortile Borrelli, mentre confabulavano tra loro e, contestualmente, un altro giovane che si avvicinava agli stessi, ma, accortosi della volante, prontamente si allontanava, cosa non riuscita ai tre. Immediatamente bloccati dai poliziotti, il 16enne ha tentato di disfarsi di una bustina, prontamente recuperata, contenete tredici dosi di hascisc. Indosso al maggiorenne i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato altra sostanza stupefacente ancora da suddividere in dosi, mentre il 15enne aveva nel giubbino un coltello a farfalla con una lama da cm.10.

I minori sono stati affidati ai genitori dopo essere stati denunciati unitamente al diciottenne.

Alfonso Maria Liguori



Condividi
PrecedenteSequestrati a Nola oltre 190mila prodotti di Carnevale non sicuri
SuccessivoMaxi sequestro al boss dei rifiuti del Nord Italia legato al clan Gionta
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.