“Basta polemiche sterili”: l’appello del vicesindaco di Ercolano Luigi Fiengo

"La forte recessione economica in atto nel Paese impone il massimo rigore nell’ottimizzazione delle risorse pubbliche"

1539

“ Se vogliamo contribuire realmente al rinnovamento di Ercolano dobbiamo proseguire sulla strada del “fare” evitando politiche sterili e inutili polemiche che lasciano il tempo che trovano” : questo il commento a Ercolano del vice sindaco Luigi Fiengo in merito alla necessità di intraprendere iniziative concrete con l’ausilio di ogni esponente della società civile e delle associazioni impegnate sul territorio perché non si vanifichi quanto di buono ad oggi prodotto per la comunità degli scavi.




“ Nel rispetto della legalità e della trasparenza operativa – ha precisato Fiengo- siamo chiamati a tutelare il futuro delle nuove generazioni ercolanesi che devono tornare a credere e investire nella propria città. La forte recessione economica in atto nel Paese impone il massimo rigore nell’ottimizzazione delle risorse pubbliche : in tal senso il pensiero corre alle Ercolaniadi, manifestazione sportiva di grande interesse tenuta tempo addietro presso lo stadio “Solaro” .

Dopo anni la città viveva nuovamente , tra la gioia dei piccoli atleti e delle famiglie che affollavano gli spalti, i Giochi della Gioventù, un momento di sano confronto tra ragazzi che hanno dato il 100% per superare i propri limiti e fare onore alle rispettive scuole. Minimo impegno economico massima resa : ecco l’obiettivo da perseguire per aiutare la città in un iter evolutivo che tuteli sia la tradizione storica dei luoghi che la voglia di aprirsi al progresso e proiettarsi in Europa da tempo anelata dai giovani.




A noi tutti , nel rispetto dei ruoli e delle competenze specifiche, l’arduo compito di far si che questo progetto si materializzi, che le nuove leve siano orgogliose delle proprie origini e pronte a confrontarsi con il sempre più selettivo mondo del lavoro”. Il politico del “fare”, questo ormai lo pseudonimo che accompagna il vice sindaco Luigi Fiengo : un professionista leale, ex agonista nelle arti marziali e soprattutto ercolanese DOC che ha sempre creduto nelle potenzialità di un realtà vesuviana che non vuole più essere identificata come “ contesto a rischio”.

Alfonso Maria Liguori

 

Share
Condividi
PrecedenteSviluppo infrastrutture. Gioacchino Alfano: “Meno burocrazia, più legalità”
SuccessivoEnnesima sparatoria nel napoletano: ferito uomo a Varcaturo
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.