Gragnano, prostitute a caccia di anziani nel cimitero: blitz dei carabinieri

Gli anziani venivano sedotti durante le visite domenicali al cimitero

1756

Il modus operandi era il seguente: entravano la domenica nei cimiteri e cercavano gli anziani. Si avvicinavano e provavano a conquistarli, riuscendoci il più delle volte. Poi si passava al successivo step del piano: il rapporto. La prostituta e l’anziano si scambiavano i numeri di cellulare per darsi appuntamento in un secondo momento per consumare il rapporto. Questo giro di prostituzione che incredibilmente avveniva all’interno del cimitero di Gragnano, è stato scoperto dai carabinieri che hanno allontanato ben tre donne romene che sono state scoperte dopo giorni di indagini.

A presentare una regolare denuncia alle forze dell’ordine sono state le famiglie di alcuni anziani. Quest’ultimi, infatti, pur di avere un rapporto sessuale con le giovanissime ragazze, pagavano ingenti somme di denaro. Spesso veniva consegnata anche tutta la pensione. Per questo motivo, i familiari si sono accorti di quanto succedeva nel cimitero, avvisando le forze dell’ordine.

Dopo una complessa attività investigativa, comunque, i carabinieri sono riusciti ad identificare alcune ragazze e allontanarle da Gragnano. Sono stati anche sequestrati alcuni telefono e pc dove avvenivano gli scambi con le prostitute. Adesso si lavora per scoprire la mente che ha partorito un simile piano che coinvolgeva moltissimi anziani di Gragnano. I rapporti, verosimilmente, si consumavano proprio all’esterno del cimitero dopo la chiusura dello stesso.