Elezioni politiche, in Campania ha votato il 71% degli aventi diritto. Media nazionale del 75%

Il Ministero diffonde i primi dati sull'affluenza. La Campania si attesta al 16%

0
1442

Il 71% degli aventi diritto si è recato alle urne oggi 4 marzo. 48 milioni di italiani sono chiamati ad eleggere la nuova Camera e il nuovo Senato scegliendo tra la coalizione di centrosinistra (Pd, +Europa, Insieme, Civica Popolare), quella di centrodestra (Noi con Salvini, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia), il Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali. Dopo una campagna elettorale durissima, dove non sono mancati attacchi dalle parti in causa, è arrivato il momento verità.

Non sono mancati disagi in tutta Italia, particolarmente a Palermo (dove sono arrivate schede stampate male) e Roma, dove 36 elettori saranno richiamati a votare a causa di alcuni errori nella compilazione delle schede. Disagi anche a Milano dove una femminista in topless ha atteso Berlusconi nel suo seggio per manifestare il suo dissenso. Arrivano già i primi dati degli exit pool che, per correttezza nella giornata del voto, saranno resi noto solamente alla chiusura delle urne.

Affluenza alle 12

Alle 12 hanno votato il 19% degli aventi diritto. In Campania la percentuale si è attestata al 16%. Solitamente, in Italia, le percentuali tendono ad alzarsi sempre nel pomeriggio. Una prima stima si potrà fare intorno alle 19:00 quando il Ministero renderà noti gli aggiornamenti sulla frequenza. Nel comprensorio stabiese, a Castellammare hanno votato il 16,5% degli aventi diritto; stessa percentuale anche a Gragnano; Pimonte al 15%; Torre Annunziata si è attestata intorno al 15,9%, Torre del Greco 16,5%; a Vico Equense il 17,44%, Sorrento 21,1%, Sant’Agnello 20,9%, Piano di Sorrento 21,3%; Pompei, infine, al 21%.

Denuncia a Scanzano

Scanzano resta un quartiere a rischio durante il periodo delle elezioni a Castellammare. Questa mattina, gli uomini della Digos, hanno denunciato un 60enne che dopo aver espresso la propria preferenza, si sarebbe fatto un selfie con la scheda in mano. Visto dal presidente di seggio, è partita subito la segnalazione alle forze dell’ordine. Il 60enne ha provato a difendersi spiegando che non aveva fotografato la scheda e neanche un partito o un candidato. Quindi la denuncia non era plausibile. Non erano dello stesso avviso i poliziotti che lo hanno accompagnato al Commissariato.

Falso allarme a Boscoreale

Falso allarme, invece, a Boscoreale dove una donna, dopo essersi recata alle urne, risultava già tra i votanti. Momenti di tensione rientrati grazie alle verifiche effettuate all’interno del seggio numero 5 (ordinate dalle forze dell’ordine). A causa di un errore dello scrutatore, infatti, era stata registrata una persona al posto di un’altra dando vita al disguido. Lo sbaglio ha riguardato due donne della stessa famiglia. Allarme rientrato in poco tempo con il seggio che è stato subito riaperto al pubblico dopo un breve periodo di interruzione.

Affluenza alle 19

Alle 12 hanno votato il 58% degli aventi diritto. In Campania la percentuale si è attestata al 52%. Nel comprensorio stabiese, a Castellammare hanno votato il 48% degli aventi diritto; 50% a Gragnano; Pimonte al 47%, Lettere al 55%; Torre Annunziata si è attestata intorno al 47%, Torre del Greco 47%; a Vico Equense il 54%, Sorrento 55%, Sant’Agnello 59%, Piano di Sorrento 58%; Pompei, infine, al 57%.

Affluenza finale

Affluenza intorno al 71% in Campania. Arrivano anche i primi dati definitivi al termine del turno elettorale: Castellammare 67%, Torre Annunziata NP, Torre del Greco NP, Gragnano 68%, Pompei 74%, Agerola 74%, Pimonte 69%, Piano di Sorrento 73%, Sant’Agnello 72%, Sorrento 72%, Massa Lubrense 72%, Lettere 73%, Boscotrecase e Boscoreale 66%, Casola 79%, Santa Maria la Carità 72%.