Boscoreale, alternanza scuola-lavoro: attività formative al Comune per 84 studenti

0
304

comune-boscoreale-Ha preso il via oggi la collaborazione tra il Comune e l’Istituto superiore Cesaro Vesevus per consentire a ottantaquattro studenti delle quarte e quinte un percorso formativo di alternanza scuola lavoro presso gli uffici comunali.

Gli studenti, per alcuni mesi e per numerose ore settimanali, svolgeranno l’attività formativa in vari ambiti quali: comunicazione istituzionale, informa giovani, archivio, biblioteca, politiche sociali e solidarietà sociale, commercio e sportello attività produttive, legale e legalità.

Il progetto è stato presentato agli studenti nel corso di un incontro svoltosi nell’aula magna del Vesevus, alla presenza dei tutor scolastici, del delegato del dirigente scolastico, Antonio Castigleco, del sindaco Giuseppe Balzano, del vicesindaco Angelo Costabile e del caposettore pubblica istruzione, Raffaela Cirillo
Previsto dalla legge 107/2015, l’alternanza scuola lavoro è un percorso formativo che realizza progetti valutati, sotto la responsabilità dell’istituzione scolastica e/o formativa, sulla base di apposite Convenzioni con le imprese, le associazioni di rappresentanza, le Camere di commercio, gli enti pubblici e privati, ivi inclusi quelli del terzo settore, disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento in situazione lavorativa, senza con ciò costituire rapporti individuali di lavoro.
I percorsi in alternanza sono finalizzati anche ad incrementare le opportunità di lavoro e le capacità di orientamento degli studenti.
Il Comune, quindi, apre le porte agli studenti per fargli toccare con mano e vivere da dentro i servizi offerti quotidianamente alla comunità.

“Siamo ben felici di accogliere questi studenti nei nostri uffici – ha spiegato il sindaco Giuseppe Balzano – in quanto crediamo fortemente nel valore caratterizzane del percorso di alternanza scuola lavoro. Questa sarà occasione per offrire ai giovani l’opportunità di toccare con mano cosa vuol dire svolgere una mansione al “servizio” della propria comunità, ma anche opportunità di crescita formativa che, a conclusione del ciclo scolastico, potrà essere utile per inserirsi attivamente nel modo del lavoro”.
“Sono stato uno dei primi amministratori ad aprire le porte del Comune e a sostenere questa convenzione con l’Istituto superiore Cesaro Vesevus -ha commentato Angelo Costabile, vicesindaco e assessore alle attività produttive -, perché credo nella progettualità e nelle nobili finalità di alternanza scuola lavoro. La riprova del nostro impegno è riscontrabile nel fatto che impiegheremo le migliori risorse specialistiche in organico al Comune che faranno da tutor a questi studenti, e sono dell’avviso che con l’impegno di tutti questo possa essere un punto di partenza anche per una crescita culturale del nostro territorio e della nostra comunità”.