Napoli: la polizia di stato partecipa al precetto pasquale interforze

Il cardinale Sepe e l’Ordinario Militare per l’Italia Marciano officeranno alla presenza delle massime autorità e delle rappresentanze delle Forze Armate

0
853

Giovedì 15 marzo, alle ore 12, presso la storica Basilica “Santa Maria del Carmine Maggiore”, sita in piazza del Carmine, avrà luogo il consueto precetto pasquale interforze.
L’evento si terrà nella cornice barocca dello storico Santuario, fondato da alcuni monaci, probabilmente basiliani, che fuggivano dai saraceni intorno all’anno mille e poi affidata ai carmelitani, raccoglie tra l’ altro le spoglie di Corradino di Svevia, nipote del grande Federico II ed ultimo erede della dinastia degli Hohenstaufen e, per un periodo, anche quelle del rivoluzionario popolare Masaniello.





Luogo di culto caro ai napoletani per la “Vergine Bruna”, icona della Madonna dai tratti bizantini, che precedentemente era posizionata in una “grotticella” accanto al fiume Sebeto che aveva suo corso anche nei pressi di piazza del Carmine. Si raccontano diverse guarigioni della Vergine Glykophilousa, al punto che ogni 24 giugno ancora oggi numerosi fedeli vengono in pellegrinaggio da ogni parte della città e della provincia, per deporre ai piedi della “Mamma d’o Carmine” un fiore, una preghiera, un ringraziamento. Celebre anche il crocefisso miracoloso che salvò i napoletani dall’assedio di Alfonso d’Aragona e, due secoli più tardi da una terribile inondazione.

La Solenne Liturgia Eucaristica sarà officiata dal Cardinale Crescenzio Sepe e dall’Ordinario Militare per l’Italia Monsignor Santo Marciano, alla presenza delle massime autorità civili e militari, del sindaco Luigi de Magistris, del Questore Antonio De Jesu, del Prefetto Carmela Pagano. Oltre alle diverse rappresentanze delle Forze Armate partenopee interverrà la Polizia di Stato con 2 unità della divisione anticrimine, 4 unità dell’Ufficio Gabinetto, 2 dell’Ufficio Personale, 2 dell’Ufficio PAS, 2 dell’UTL, 3 della Polizia Stradale, 3 della Polizia Ferroviaria, 3 della Polizia Postale, nonché l’Anps Napoli presieduta dal commissario Luigi Gallo.

Giovanni Di Rubba