Vandalizzata la lapide di via Fani, Gioacchino Alfano: “Gesto vile di qualche mentecatto”

"Tra quegli eroici agenti uccisi c’era anche Raffaele Iozzino, originario di Casola di Napoli, dove ogni anno si svolgono celebrazioni in suo nome"

0
167

“L’oltraggio alla lapide di ViaFani – inaugurata qualche giorno fa in ricordo delle vittime della strage del rapimento di AldoMoro – è un vile gesto che offende la memoria dell’Italia e degli italiani”. A dirlo è stato Gioacchino Alfano, coordinatore regionale di Alternativa Popolare.

“Un atto vandalico che deve farci riflettere e al quale le istituzioni hanno il dovere di dare risposte immediate, forti e chiare. – ha continuato Gioacchino Alfano – Il nostro Paese ha vissuto anni bui che a fatica abbiamo debellato e contro i quali ancora lottiamo, non dobbiamo permettere alla mano di qualche mentecatto, che forse nemmeno conosce il peso del proprio gesto, di ‘celebrare’ il terrorismo. Dobbiamo invece conservare e tramandare la memoria di chi ha perso la vita.




Tra quegli eroici agenti uccisi c’era anche Raffaele Iozzino, originario di Casola di Napoli, dove ogni anno si svolgono celebrazioni in suo nome. I terroristi, i presunti tali o coloro che inneggiano alle Br vanno individuati e assicurati alla giustizia il prima possibile”.