Di Marzo: “Noi siamo pronti a ridare normalità a Volla”

2771

“È per me un onore e una gioia far parte della prossima tornata elettorale come candidato sindaco” sono queste le parole di Pasquale Di Marzo, nominato da Area Comune e Intesa per Volla alle prossime elezioni amministrative come candidato primo cittadino. Un nome condiviso come Di Marzo stesso dichiara “mi rende ancora più entusiasta che la scelta sia stata ampiamente condivisa e voluta da tutti i componenti di Area Comune. Una preferenza a cui ha aderito anche Intesa per Volla approvando a pieno il progetto. Sono contento anche che molte persone, pur non partecipando alla competizione elettorale, si sono posti fin da subito al mio fianco manifestando la stima nei miei confronti”. Una predilezione, quella di Area Comune e Intesa per Volla “basata non solo sulla stima e rispetto ma anche sulla considerazione del suo passato – come si legge dalla nota – La sua vita, infatti, è stata sempre dedita all’opera sociale e al volontariato supportando così i minori a rischio e i disabili. La partecipazione al mondo cattolico e il suo trascorso politico come amministratore hanno reso completo il suo profilo per la carica e pronto a saper governare la cittadina”.


“E’ stata per me una bella esperienza quella di presidente del consiglio della scorsa amministrazione – commenta Pasquale Di Marzo – la cui nomina giunse con decisione unanime da parte dell’intero consiglio comunale, e che mi ha permesso di toccare con mano le esigenze del territorio. Ho cercato, durante il mio incarico, di essere sempre super partes e a garanzia di tutti, ma tengo a precisare, poiché mi rende fiero, che l’essere natio di Volla, dove vivo e lavoro, mi aiuta particolarmente a carpire le difficoltà sia del territorio che del cittadino”.

Per quanto riguarda, invece, le vicine elezioni: “Noi siamo pronti. – dichiara il candidato sindaco – Abbiamo già individuato i punti e stiamo ultimando un programma elettorale che aderisca perfettamente alle reali problematiche della cittadina. Un progetto sartoriale basato sulle questioni che tormentano la popolazione”. Tra i diversi temi da trattare “punteremo alla legalità, una legalità unita alla cultura, poiché solo attraverso essa si possono raggiungere quelli che sono gli obiettivi reali. Ma non tralasceremo nulla, temi come la scuola che in questi mesi ha creato non pochi problemi ai genitori e ai bambini, saranno al centro del nostro programma. Bisogna ritornare alla normalità, bisogna ridare la propria terra ai cittadini senza pensare che questo sia un atto straordinario” conclude il candidato sindaco.

“Il percorso che ha portato Area Comune a tale decisione – si legge infine dalla nota – ha fatto emergere quanto siano indispensabili la partecipazione e la trasparenza, basi su cui costruire un percorso all’insegna della responsabilità e dell’attaccamento al proprio territorio”.

Maria Rita Borruto