Truffe dei falsi diamanti: 2 arresti a Frattamaggiore

I due truffatori, giunti nel Casertano appositamente da Brescia per la consegna delle presunte pietre preziose

1150

La Guardia di Finanza di Frattamaggiore ha arrestato due truffatori che stavano per consegnare tre falsi diamanti a una persona che già aveva versato loro 15mila euro. La consegna stava avvenendo in un negozio di Aversa : i tre diamanti, in realtà, erano zirconi, come ha poi accertato una perizia, che il malcapitato aveva anche già pagato versando 15mila euro con due distinti bonifici . In pratica la vittima credendo di aver concluso un buon affare aveva in realtà acquistato merce priva di valore .




I due truffatori, giunti nel Casertano appositamente da Brescia per la consegna delle presunte pietre preziose, corredate anche da falsi certificati di autenticità, sono stati bloccati dai finanzieri proprio durante la consegna. Entrambi sono ora a disposizione degli inquirenti della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord. Ancora una volta emerge il triste fenomeno delle truffe, dei raggiri abilmente orchestrati da chi , complice l’attuale penuria di mezzi che affligge molte imprese, propone affari imperdibili a imprenditori alla ricerca del cosiddetto “colpaccio commerciale”.




Purtroppo questi presunti affari si rivelano ben presto bidoni colossali mandando in rovina il malcapitato di turno. Questa volta la vicenda ha avuto un lieto fine e i due imbroglioni sono stati bloccati dalla Fiamme Gialle. Gli inquirenti invitano commercianti e imprenditori alla massima prudenza nell’acquisto di merce dal valore molto superiore al pezzo richiesto dal venditore. Un monito che si spera possa essere ben recepito da chi magari in certe operazioni è pronto a investire i risparmi di una vita.

Alfonso Maria Liguori

Condividi
PrecedenteNarcotizzavano le vittime e le rapinavano: 4 arresti tra Napoli e Roma
SuccessivoChiedono pizzo al cantiere edile a San Sebastiano al Vesuvio: 2 arresti
avatar
Pubblicista, con formazione scolastica classica e frequenza universitaria presso l'Ateneo Federico II di Napoli (corso di Laurea in Filosofia). Dal 2003 "Aml" è nato, giornalisticamente parlando, con il settimanale diocesano della Curia di Napoli "Nuova Stagione". Successivamente collabora con Cronache di Napoli, con Metropolis, con Napoli Più, svolgendo nel contempo attività di pubbliche relazioni e portavoce di politici. Impegnato nel sociale nel 2003 ha preso parte ad un progetto sociale per il recupero di minori a rischio promosso dall'associazione onlus "Figli in Famiglia" in collaborazione con il Tribunale per i Minori di Napoli. Ha curato eventi di solidarietà per associazioni onlus in favore di noti ospedali partenopei in collaborazione con l'Ubi Banca Popolare di Ancora. Ha diretto la trasmissione televisiva "Riflettori su Ercolano" (a sfondo sociale) per Tele Torre. Profondo conoscitore della strada e dei complessi meccanismi sociali che caratterizzano le problematiche di Napoli e della sua provincia, da anni collabora attivamente con il Gazzettino vesuviano.