Castellammare, centrodestra compatto in vista delle amministrative. Ma manca il candidato sindaco

I partiti e le liste che guardano al centrodestra hanno deciso di dare vita ad una maxi coalizione che proverà a strappare al Pd la guida di Palazzo Farnese

521

opposizioniIl centrodestra si presenterà unito alle prossime amministrative di Castellammare. Durante l’incontro di questa mattina al quale hanno partecipato Forza Italia, Noi con Salvini, Udc, Stabia Ora, Fratelli d’Italia e Castellammare Solidale, sono state dettate le linee guida da seguire per il turno elettorale del 10 giugno. I partiti e le liste che guardano al centrodestra hanno deciso di dare vita ad una maxi coalizione che proverà a strappare al Pd la guida di Palazzo Farnese.




Impresa sicuramente possibile considerato che il centrosinistra, con il secondo scioglimento del consiglio comunale in quattro anni, sembra essere indietro nei sondaggi. La coalizione che dovrebbe essere guidata da uno tra Gaetano Cimmino e Massimo De Angelis, dovrà combattere probabilmente con il Movimento 5 Stelle che alle ultime politiche ha letteralmente stracciato la concorrenza. Per questo motivo, i partiti di centrodestra si stanno organizzando per unire le forze e tentare la scalata che manca dalla vittoria di Luigi Bobbio, ormai sette anni fa.

All’incontro odierno erano presenti tutti i coordinatori: Antonio Pentangelo per Forza Italia; Salvatore Amitrano e Vincenzo Schettino per l’Udc; Michele Aprea e Ernesto Sica per Fratelli d’Italia; Giovanni Tito per Noi con Salvini; Sabrina Di Gennaro per Castellammare Solidale; Vincenzo Ungaro per Stabia Ora. Tutti questi partiti dovrebbero prendere parte alla maxi coalizione.




Il candidato sindaco

Al momento, però, sembra ancora lontano il nome del candidato sindaco. Almeno per una settimana la scelta tra Gaetano Cimmino e Massimo De Angelis è stata rinviata. Ma la coalizione dovrebbe essere guidata da uno dei due. Difficile che possa essere proposto un terzo nome come vorrebbe Antonio Pentangelo considerato che i due hanno già ricevuto l’appoggio di alcune liste. La sensazione è che il nodo sarà sciolto nelle prossime settimane.